La società del Comune Gea srl mette all'asta un complesso immobiliare a Cascina

Base d'asta 243mila euro per diversi vani fra cui un'officina, un magazzino, resede di 5mila metri quadri e terreno agricolo

La società Gea srl, società controllata del Comune di Pisa in liquidazione dal 2011, ha pubblicato un bando di alienazione per un complesso immobiliare a Cascina, costituito da diversi vani tra cui un’officina, un magazzino, un ufficio, spogliatoio, servizi, resede di 5mila mq e terreno agricolo adiacente di oltre 2mila mq. Il valore di stima del complesso immobiliare, posto a base d’asta, è di 243mila euro. L’acquirente verrà individuato tramite asta pubblica con ammissione di sole offerte in aumento rispetto al valore posto a base d’asta.

Il plico contenente l’offerta dovrà essere spedito tramite assicurata A.R. a mezzo Poste Italiane entro il 15 marzo. Le operazioni d’asta si svolgeranno il 26 marzo presso l’ufficio del liquidatore, Rag. Luca Cecconi (Pisa, Lungarno Gambacorti n. 55). Il bando con tutte le informazioni e la modulistica è disponibile sul sito web del Comune (sezione Il Comune – Enti Partecipati – Società controllate – Gea srl).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Voli sopra la città: raccolte oltre 1500 firme per chiedere la fine dell'inquinamento acustico

  • Cronaca

    Il Gruppo Leonardo presenta AWHERO, un elicottero tutto 'pisano'

  • Cronaca

    Case popolari, parapiglia a Sant'Ermete: feriti due vigili urbani

  • Politica

    Caso Laurora: la maggioranza si spacca sulla richiesta di dimissioni

I più letti della settimana

  • San Giuliano Terme: cadavere ritrovato vicino ad un fosso

  • Cadavere impiccato a San Giuliano Terme: è suicidio

  • Intervento chirurgico eccezionale a Cisanello: salvato paziente in gravi condizioni

  • Incidente a Migliarino: auto fuori strada dopo l'impatto

  • Via Cattaneo: chiusa la macelleria islamica

  • Vive in cantina, occupa una casa in Sant'Ermete e il Comune gli fa causa: "Uno dei tanti casi, servono risposte"

Torna su
PisaToday è in caricamento