Leggerezza e praticità: cosa mangiare al mare sotto l'ombrellone

Scordiamoci le melanzane alla parmigiana dei film cult degli anni '60. Al mare, sotto l'ombrellone, vanno di moda pranzi leggeri e pratici, ideali per combattere i morsi della fame e i colpi di caldo

Quando il caldo estivo non dà tregua, come in questi giorni, cosa possiamo fare se non fuggire al mare? Per chi vuole evitare i costosi e affollatissimi lidi italiani, le spiagge libere sono la soluzione ideale per godersi un po’ di relax. Tuttavia, non basta essere tipi da spiaggia, servono senso pratico e un’ottima organizzazione, soprattutto se si sceglie di passare l’intera giornata fuori e di mangiare in spiaggia con la famiglia o gli amici.

Scopriamo insieme, allora, quali sono i cibi da spiaggia e quali le buone regole di salute per evitare di appesantirsi sotto il sole.

Evitare le ore calde

Le ore più calde della giornata, comprese tra le 12 e le 16, sarebbero da evitare, soprattutto se ci sono dei bambini, ma per chi decide di rimanere in spiaggia per non perdere nemmeno un minuto e godersi il mare, esistono alcuni consigli per un pranzo bilanciato anche in spiaggia, gustoso e senza dimenticarsi l’ombrellone per ristorarsi all’ombra.

Il pranzo al sacco

Portarsi il cibo da casa, evitando di andare al bar, permette di risparmiare e di mangiare in maniera più sana. L’importante è dividere bene i cibi in vaschette, conservandoli in un’apposita borsa frigo munita di quelle mattonelle refrigeranti. E' fondamentale dissetarsi frequentemente e, quindi, non dimenticare di portare abbondante acqua con sé in spiaggia. Vanno bene e sono anche di gran moda i centrifugati di frutta o verdura o magari qualche infuso freddo come tè verde o un infuso di karkadè, mentre sono sconsigliate tutte le bevande zuccherine o a base di caffeina, perché aumentano la sete e quindi la sudorazione.

Le regole fondamentali

Per chi vuole fermarsi a mangiare in spiaggia le regole fondamentali sono: non appesantirsi, fare attenzione ai colpi di sole e aspettare prima di fare il bagno in mare.

Per quanto riguarda la prima regola sono consigliati come riso, cous cous, quinoa o farro conditi con verdure, ottimi per un pranzo leggero sotto l’ombrellone, così come si può scegliere tra le tante ricette per la pasta fredda, ideale per mangiare in spiaggia. E' vero che il pranzo non deve essere veloce, tuttavia al mare è bene evitare pasti troppo impegnativi, quindi fritti, pasta calde, timballi, fettine di carne, pizze o crescioni non sono l’ideale perché appesantiscono tanto. Per un piatto unico e ben equilibrato dal punto di vista nutrizionale, bastano un po’ di prosciutto, di tonno o mozzarella in aggiunta alle verdure per condire pasta e cereali.

E poi ci sono le insalatone, che anche se poco adatte da trasportare e conservare in spiaggia, possono essere una buona idea fresca e veloce. Altra cosa buona e pratica per cui optare è frutta e verdura estiva da sbucciare al momento oppure da portarsi dietro in contenitori, già tagliati a cubetti come cetrioli o anguria. Tra la verdure sono consigliate anche lattuga, verza, carote, zucchine e fagiolini, mentre per la frutta d’estate c’è l’imbarazzo della scelta: albicocche, pesche, melone, prugne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più: a Pisa giornata da zero nuovi contagi

  • Coronavirus in Toscana: 19 nuovi casi, ultimo paziente in terapia intensiva

Torna su
PisaToday è in caricamento