Anoressia sessuale: da cosa è provocata e come si può combattere?

Nonostante non venga considerata come una vera patologia da alcuni psicologi, colpisce molto soggetti, nella maggior parte dei casi femminili

L'interesse per le atttività sessuale può sembrare una cosa naturale, ma nella realtà ci sono persone poco interessante o indifferenti. In questo caso si parla di 'anoressia sessuale', una forma di rifiuto più o meno completo dietro la quale possono essere diverse le cause.

Nonostante questo l'ultima versione del 'Manuale diagonistico e statistico' dell'America Psychiatric Association (considerata una bibbia per gli esperti del settore) non riporta il termine 'anoressia sessuale' e neppure quello di 'disturbo da avversione sessuale'. 

Il tutto è stato motivato dall'insufficiente ricerca a supporto della sua esistenza. In realtà  è stata condotta una rigorosa ricerca su circa 4.000 persone, soprattutto donne, che ha dimostrato l'esistenza di questo genere di problemi. Negli USA per esempio il 43% delle donne intervistate ha dichiarato di riconoscersi in una situazione di scarso desiderio ed il 22% riportava forme di stress personale correlate al sesso. 

Cause 

- carenza di autostima
- presenza di relazioni conflittuali nella coppia
- aver subito in passato una violenza sessuale che ha lasciato un segno psicologico indelebile
- educazione restrittiva ed ansiogena che ha attribuito al sesso l'immagine di una attività potenzialmente pericolosa

Sintomi

- mancanza di interesse verso le attività sessuali
- mancanza di fantasie erotiche
- risposta fredda e distante alle avances sessuali del partner
- scarsa o nulla soddisfazione sessuale quando si cede comunque ad un rapporto

La condizione di anoressia sessuale può essere superata con l'aiuto di un terapeuta esperto in tecniche cognitivo comportamentali e con l'esposizione progressiva agli stimoli temuti. In questo caso la finalità del trattamento non è legata ai problemi strettamente sessuali ma aiuta ad affrontare tutto quello che può esserci a monte, in primis la paura delle relazioni interpersonali che sono invece necessarie per poter condurre una vita soddisfacente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In stato confusionale si mette una catena al collo e si getta in Arno

  • Meteo: dal 20 gennaio la possibile svolta fredda

  • Si dà fuoco dopo la notifica di sfratto: morto 41enne

  • Ikea ritira dal mercato un bicchiere da viaggio: può contenere sostanze tossiche

  • Calendario 'Miss Nonna 2020': tra le protagoniste anche una signora di Bientina

  • Olio di semi miscelato con il carburante: sequestrato distributore sull'Aurelia

Torna su
PisaToday è in caricamento