A cosa serve e come funziona la caraffa filtrante

E' uno dei prodotti per la casa più ricercato e acquistato negli ultimi anni. Scopriamo insieme come funziona

La caraffa filtrante non è altro che una normale caraffa per l'acqua con al suo interno un filtro, utile per migliorare la potabilità dell'acqua. In pratica, si tratta di una versione meno sofisticata, meno costosa e meno ingombrante dei sistemi fissi di filtraggio dell'acqua. Molti le usano, molti altri le ritengono inutili, ma come funzionano?

Caraffe filtranti: utilizzo

All'interno delle caraffe si può mettere l'acqua del rubinetto di casa e, grazie alla presenza del filtro, l'acqua inizierà a scendere molto lentamente. Il filtro, infatti, dovrebbe trattenere tutte le sostanze chimiche, migliorando così la qualità dell'acqua. Tutto ciò che viene filtrato dalla caraffa è sempre di natura chimica, non microbiologica. Le maglie del filtro, infatti, riescono a catturare le sostanze chimiche e i minerali, ma non i batteri. Questo significa che questa caraffa può essere utilizzata solo in caso di acqua potabile, ossia un'acqua pura. Proprio per questo, gli usi di questa caraffa si limitano a due:

  • addolcimento dell'acqua, ossia la riduzione della quantità di sali minerali all'interno dell'acqua (utile nel caso in cui nell'acqua sia presente troppo calcio oppure ferro).
  • Miglioramento della qualità chimica dell'acqua: aiuta a togliere componenti inquinanti come i nitrati, i pesticidi o anche i minerali (in eccesso).

Diversi tipologie

Le caraffe filtranti, di norma, si distinguono in due tipologie: a carboni attivi e a scambio ionico. La prima si basa su un filtro con carboni attivi, in grado di assorbire molte sostanze organiche, principalmente quelle inquinanti, e la maggior parte delle molecole correlate al cattivo sapore o odore dell'acqua. Il filtro a scambio ionico, invece, si basa su una resina che scambia le sostanze presenti nell'acqua con altre sostanze innocue presenti nella resina del filtro. Inoltre, le caraffe filtranti, di qualsiasi tipologia esse siano, hanno bisogno di un cambio filtro regolare. Infatti, questi hanno una soglia oltre la quale non riescono più ad assorbire nulla, o non hanno più ioni da scambiare. E' importante cambiare i filtri come descritto sulle istruzioni, anche perché si potrebbe verificare una proliferazione di batteri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stirare senza ferro da stiro: 5 consigli per un risultato perfetto

  • I passaggi per richiedere l'aumento di potenza del contatore elettrico

  • Fido e Fufi hanno rovinato le porte di casa? Ecco i rimedi

  • I consigli migliori per apparecchiare la tavola a San Valentino

  • Montare le piastrelle in cucina: tipologie e consigli

  • I segreti per pulire al meglio le pentole sporche

Torna su
PisaToday è in caricamento