Lions Got Talent Pontedera Valdera 2019 al Teatro Era

Vince Brando Delaiti davanti ad un Teatro tutto esaurito, secondo il Teatro Alambicco di Giorgio Dipresa che devolve il premio in beneficenza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Non è stata la solita serata di arte varia quella che sabato è andata in scena al Teatro Era di Pontedera. Il Lions Got Talent Pontedera Valdera, arrivato alla sua 7° edizione, non ha riempito solo ogni ordine di posti del Teatro ma ha regalato emozioni assortite a pubblico, artisti ed organizzatori. Vista la finalità benefica degli eventi targati Lions, quest’anno l’incasso dello spettacolo sarà devoluto per la realizzazione di un progetto di “Oncoematologia Pediatrica” in collaborazione con AGBALT Pisa e Ospedale Meyer Firenze; in merito a questo, la storica direttrice artistica Vanessa Signorini ha ricordato: “una Kermesse nata da un idea semplice ma che in 7 edizioni ha permesso di devolvere oltre 100.000€ in beneficenza”. Come di consueto ha diretto il traffico sul palco Alessandro Matteoli, in arte “Spazialex”, e prima della mezzanotte il podio era definito. Il presidente del Lions Club Pontedera Valdera, l’ing. Alessandro Panattoni ha consegnato la coppa di 1° classificato ad un incredulo quattordicenne polistrumentista di Pontedera, Brando Delaiti, che ha deliziato pubblico e giuria con un medley di 3 brani al Sax: tutto il pubblico ha partecipato alla sua spontanea gioia e incredulità alzandosi in piedi ed applaudendo. Secondo Classificato “il Teatro dell’Alambicco” diretto da Giorgio Dipresa, che ha presentato un medley dei Beach Boys e Beatles con coro di 50 elementi diretto da Cecilia Zaccagnini. Terzo classificato il Mago Ribas, che ha incantato con le sue manipolazioni, frutto di una passione per la magia nata da bambino, per poi rivelare che in realtà è un dottore del Pronto Soccorso di Pontedera, e che visto il fine della serata, non poteva mancare. Arduo il compito della giuria composta da 3 Professionisti, La Soprano Maria Cioppi, il Ballerino Andrea Bibolotti, il musicista Luigi Nannetti , ed i Lions, Fabrizio Fatticcioni, Andrea Domini ed il Notaio Anna Gaudiano. Ma non possiamo non menzionare il cantautore romano, Daniele Sarno, con la sua originalissima “Quadra”, le Ballerine della “Dance Flow” in Syncro Latin, La Stella Azzurra Pontedera in un balletto “ritmico”, i cantanti, Federico Federighi, Virginia Falchi e Silvia Carani, il messaggio sociale de “I senza nome”. Tutti emozionati per “La Capovolta” che con l’esibizione di Acrobalance ha dimostrato che, anche se in cura “chemioterapica”, Lucia sorride alla vita ballando. l’Italy Dance Village ha ballato su un medley di storia della musica liberando un’incredibile energia positiva. Non è mancata una perla di “danza” ad opera di Pontedera Danza con un originale coreografia fatta di cornici della “Monnalisa”; applausi poi per le dolcissime mini-ballerine dell’Artemix Pisa, che hanno volteggiato con i loro hula hoop . Alla serata ha presenziato il Governatore del Distretto Lions 108 LA ,Daniele Greco, che si è congratulato della bella serata; ringraziamenti anche da parte di Marco Daversa , rappresentante dell’ AGBALT e da parte dell’amministrazione comunale rappresentata dall’Assessore Marco Papiani, che si è detto onorato di aver concesso il Teatro per un così nobile scopo. Perfetta la regia audio e video di Michael Calvetti DJ e Alberto Mascitelli. Il coordinamento del palco è stato affidato a Cosimo Baldi, Tiziano Pratelli e Enrico Agonigi, il resto l’ha fatto l’incredibile atmosfera del Teatro Era e il suo staff che hanno sposato lo spirito benefico dell’evento. Per l’ottava edizione il problema sarà “fare di meglio”, ma i Lions hanno imparato a stupirci.

Torna su
PisaToday è in caricamento