Progetto Fondi Rustici: un'intesa per valorizzare la Tenuta 'Ex Gaslini'

Accordo tra Provincia di Pisa, Belvedere Spa, Comuni di Peccioli e Palaia, per la messa in atto del progetto che prevede la valorizzazione della Fattoria, con la ristrutturazione dei suoi fabbricati rustici per la realizzazione di un polo turistico

Formalizzata un’ipotesi di partecipazione al progetto 'Fondi Rustici, un grande bene comune' da parte di Provincia e Comune di Palaia. I beni immobili della porzione della Tenuta 'Ex Gaslini' che oggi è sotto il controllo delle due amministrazioni (con la Società Agricola Fondi Rustici Montefoscoli, 'Safr') si unirebbero alla parte che è invece di proprietà della Belvedere Spa (compagine facente capo a Comune di Peccioli e azionariato diffuso). Questa mattina i rappresentanti dei soggetti interessati, il presidente della Provincia, Andrea Pieroni, il presidente della Belvedere, Renzo Macelloni, i sindaci di Palaia e Peccioli, Alberto Falchi e Silvano Crecchi, hanno firmato in tal senso una precisa lettera d’intenti.

Punto di partenza è appunto l’operazione 'Fondi Rustici, un grande bene comune', avviata da Belvedere attraverso la società di scopo 'Fondi Rustici', appositamente costituita. Obiettivo è la valorizzazione della Ex Gaslini, con il suo patrimonio edilizio, costituito, per la parte pecciolese, da circa 40 rustici. In concreto, il progetto prevede un’organica campagna di ristrutturazione (affidando gli interventi a imprese locali, per un’immediata ricaduta economica e lavorativa sul territorio), nell’ottica della realizzazione di un polo turistico in grado di attrarre nuovi flussi da Italia ed estero, con un ritorno occupazionale stabile nel tempo. Per reperire le risorse occorrenti, la Fondi Rustici lancerà un’offerta pubblica rivolta agli stessi risparmiatori residenti nella zona.
Una prospettiva, questa, giudicata interessante da Provincia di Pisa e Comune di Palaia: tanto da vedervi un possibile canale di valorizzazione dei fabbricati ricadenti nei terreni della Ex Gaslini oggi controllati dalla Safr.

In particolare, le due amministrazioni intendono scorporare, da quei 30 rustici presenti all’interno dell’azienda agricola montefoscolese, un gruppo di circa 20 unità non funzionali allo svolgimento delle sue attività: e proprio questi immobili sono al centro della lettera d’intenti oggi sottoscritta. Con la quale Provincia di Pisa e Comune di Palaia si impegnano, appunto, a “valutare il conferimento di alcuni immobili della Fondi Rustici Montefoscoli, quale sottoscrizione in natura di un aumento di capitale di Fondi Rustici Spa”; mentre da parte sua, Belvedere “si impegna a valutare favorevolmente l’opportunità economica di tale movimento, in relazione all’effettivo livello della raccolta finanziaria, al termine del periodo previsto per l’offerta pubblica”.

Concorde la soddisfazione dei firmatari. “In questa fase di crisi - sottolineano Pieroni, Falchi, Crecchi e Macelloni - è più che mai indispensabile produrre azioni concrete di sviluppo. E il progetto ‘Bene Comune’ prevede interventi qualificanti: il recupero di strutture senza consumo di suolo, con contenuti di salvaguardia ambientale e obiettivi di efficienza ed autosufficienza energetica. Il tutto avvalendosi del contributo di eccellenze del territorio quali la clinica universitaria e la Scuola Sant’Anna di Pisa; e perseguendo, senza alcun risvolto speculativo, solo la finalità dello sviluppo locale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Johnny Depp e Jeff Beck all'aeroporto di Pisa

  • Meteo: dal 20 gennaio la possibile svolta fredda

  • In stato confusionale si mette una catena al collo e si getta in Arno

  • Si dà fuoco dopo la notifica di sfratto: morto 41enne

  • Ikea ritira dal mercato un bicchiere da viaggio: può contenere sostanze tossiche

  • Calendario 'Miss Nonna 2020': tra le protagoniste anche una signora di Bientina

Torna su
PisaToday è in caricamento