Piazza dei Miracoli: Carabinieri aggrediti dai venditori abusivi

Urla e grida a due passi da Piazza dei Miracoli, in via Cammeo. Un Carabiniere è stato colpito al volto

Ancora forze dell'ordine aggredite nel primo pomeriggio di ieri, martedì 5 giugno, nei pressi di Piazza dei Miracoli, dopo l'episodio avvenuto un anno fa quando a farne le spese furono gli uomini della Guardia di Finanza.
Ieri i Carabinieri stavano effettuando un servizio di controllo contro la vendita di merce abusiva in via Cammeo quando è iniziato il caos. Sono volati alcuni oggetti, oltre alle grida degli abusivi che si sono ribellati all'azione dei militari dell'Arma. Come si vede dal video che circola in rete un Carabiniere è stato anche avvicinato da un ambulante che lo ha colpito al volto, poi l'auto dei militari è ripartita a sirene spiegate.
Il militare colpito, che fa parte del CIO di Firenze, ha riportato la frattura del setto nasale e un trauma cranico con una prognosi di 30 giorni.

Il video dell'aggressione

Le reazioni

"A Pisa ieri - commenta Lorenzo Cardogna, segretario provinciale del Sindacato FSP Polizia di Stato già UGL Polizia di Stato - si è consumata l'ennesima violenza nei confronti delle forze dell’ordine con un Carabiniere gravemente ferito, al quale esprimiamo tutta la nostra solidarietà e auguri di pronta guarigione. Decine e decine di persone di colore che hanno accerchiato due auto dei Carabinieri e aggredito i militari con una violenza inaudita, con la zona del Duomo di Pisa a fare da palcoscenico a una gazzarra di strada più da periferia degradata che da zona monumentale di una città con milioni di turisti".

"Un’istantanea che ci restituisce un’immagine paradossale della nostra città con persone che vivono costantemente al di fuori della legalità, praticando commercio abusivo, nella convinzione che le istituzioni nulla possono fare nei loro confronti. Da diverso tempo questa O.S. - prosegue Cardogna - al fine di meglio contrastare, anche con strumenti normativi, queste situazioni di illegalità e riaffermare la supremazia dello Stato, propone l’introduzione del permesso di soggiorno a punti. Una vera e propria carta che funziona come la patente di guida, quando si tocca lo zero o si scende al di sotto, subentra l’espulsione dello straniero. Oggi i venditori abusivi sono per la maggioranza dei casi persone con regolare permesso di soggiorno. Una soluzione pensata soprattutto per questi tempi, per la lotta ai venditori abusivi, parcheggiatori abusivi ecc. Infatti, un tempo i venditori abusivi erano per la maggior parte clandestini, oggi no, gli abusivi sono regolari e nei loro confronti, secondo il vigente quadro normativo, si può irrogare una sanzione amministrativa che tanto non pagheranno mai".

"Siamo sicuri - conclude Lorenzo Cardogna - che nei prossimi giorni Prefetto e Questore sapranno mettere in campo azioni per contrastare il problema con lucidità e tutelare l’incolumità fisica e la dignità professionale delle donne e degli uomini in divisa".

Solidarietà al Carabiniere ferito è stata espressa anche dal deputato della Lega Edoardo Ziello e dal candidato sindaco del centrosinistra Andrea Serfogli. "Esprimo la massima vicinanza e solidarietà al Carabiniere rimasto coinvolto nei fatti di via Vecchia Barbaricina - afferma in una nota Serfogli - ferma condanna a ogni gesto violento contro chi rappresenta le istituzioni e si occupa ogni giorno della nostra sicurezza".

"Non è la prima volta che accade ma deve essere l’ultima. Le forze dell’ordine e la Polizia Municipale sono impegnate ogni giorno perché le regole siano rispettate. Sono in cantiere nuovi provvedimenti per quell'area, su indicazione del Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza. È assolutamente inaccettabile che coloro che con fermezza ed equilibrio danno prova di gestire situazioni difficili siano aggrediti - afferma il sindaco di Pisa Marco Filippeschi - ho dato la solidarietà più sentita della città al Comandante Provinciale dei Carabinieri e gli ho detto che siamo vicini al militare che è stato colpito mentre faceva il suo dovere. L’abusivismo commerciale non è un fenomeno spontaneo. Lo dimostrano i tanti sequestri fatti nell'ultimo anno dalla Polizia Municipale. L’organizzazione che lo gestisce deve essere contrastata, si devono perseguire anche i fornitori della merce contraffatta, e le regole devono valere per tutti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ministro Salvini: "Tolleranza zero"

"Occorre il pugno di ferro - commentano dal Movimento Cinque Stelle pisano - per ristabilire la legalità a Pisa è necessario agire con forza e decisione. Mai più episodi da far west. Ma a quanti episodi simili dovremo assistere ancora per far capire che stiamo vivendo in una situazione di emergenza ed occorrono drastiche misure per ridare sicurezza e rendere vivibile Pisa?".

“Aggredire le forze dell'ordine? Ormai per gli abusivi del Duomo è un fatto normale”. Esprime sincera indignazione il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli. “Massima solidarietà e sostegno agli uomini dei Carabinieri aggrediti nell'esercizio del loro dovere, ma purtroppo non mi pare che la città abbia reagito adeguatamente di fronte ad un fatto che consideriamo gravissimo. C'è come un sonno della ragione che sembra tollerare se non addirittura giustificare l'esercizio di una violenza al quadrato operata da questi abusivi, violenza finalizzata a difendere un commercio illegale e criminale e rivolta contro le forze dell'ordine che quel commercio sono chiamate a stroncare”. “Confcommercio Pisa sta risolutamente dalla parte della legge e delle forze dell'ordine - afferma ancora il direttore Pieragnoli - e auspichiamo che questo inaccettabile distretto pisano dell'abusivismo e della contraffazione sia stroncato una volta per tutte, liberando una delle piazze più conosciute al mondo da uno spettacolo indegno, deprecabile e criminale. Le elezioni amministrative dovrebbero rappresentare uno spartiacque rispetto a quanto non è stato fatto sino ad oggi, e rilanciare con azioni sistematiche e concrete la lotta senza quartiere agli abusivi e soprattutto ai loro mandanti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

  • Perde il controllo e si ribalta: il conducente esce prima che le fiamme distruggano l'auto

Torna su
PisaToday è in caricamento