Aggredì controllore sull'autobus: condannata a dieci mesi di reclusione

La donna dovrà inoltre pagare un risarcimento di 2mila euro per ottenere la condizionale. Ctt Nord: "Aggredire il nostro personale può costare caro"

Aveva aggredito, nella zona della Valdera, un controllore della Ctt Nord incaricato di verficare il possesso dei biglietti di viaggio a bordo dei bus. Un caso per cui la compagnia di trasporti si era costituita come parte civile e per il quale una donna è stata condannata ieri, lunedì 26 novembre, a 10 mesi di reclusione, oltre al risarcimento al verificatore di 2mila euro il cui pagamento è vincolante per l’ottenimento delle misure condizionali. L’autrice dell’aggressione è stata inoltre condannata al pagamento delle spese processuali.

"Ctt Nord - afferma il presidente della compagnia, Andrea Zavanella - si schiera da sempre accanto ai propri autisti e verificatori, in tutti i casi in cui sono stati aggrediti semplicemente perché stavano svolgendo il loro lavoro di guida o di controlleria a bordo dei bus. In questi casi Ctt Nord si costituisce parte civile insieme al proprio personale facendosi carico se necessario delle spese legali. Continueremo la nostra opera di sostegno al personale che ringraziamo per l’impegno e la dedizione con cui svolgono il proprio lavoro in condizioni ambientali sempre più difficili".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento