mercoledì, 24 settembre 10℃

Marina, pericolo per un'alga tossica: evitare la balneazione

Un'ordinanza comunale invita a non andare in spiaggia tra la foce dell’'Arno e piazza delle Baleari. L'’alga tossica può creare disturbi, anche solo con una semplice inalazione

Redazione 27 luglio 2012

In seguito al rilevamento da parte di Arpat di una microalga nel tratto di mare compreso tra la foce dell’'Arno e piazza delle Baleari, l'’azienda sanitaria di Pisa ha chiesto all'amministrazione comunale di adottare un ‘ordinanza in cui si invita, con decorrenza immediata, a non scendere in spiaggia nel tratto di mare interessato. Tenuto conto del possibile rischio derivante dall’'inalazione di tossine, prodotte dall’'alga o da suoi frammenti.

L'’invito è rivolto in modo particolare a tutti coloro che sono affetti da disturbi respiratori o che abbiano già accusato sintomi di irritazione o malesseri dopo essersi esposti nell’area contaminata. Nell’'ordinanza si dispone inoltre la pulizia della battigia, sia nelle spiagge libere che negli stabilimenti  balneari posti nel tratto di mare interessato, per impedire che la decomposizione delle alghe possa contaminare l’a zona.

Annuncio promozionale

L’'alga Ostreopsis Ovata vive comunemente nei mari tropicali, ma dagli anni '90 ha trovato condizioni climatiche ottimali di sviluppo anche alle nostre latitudini. Arpat esegue normalmente i prelievi di controllo nelle acque del mare una volta ogni 15 giorni. Rilevata la presenza di una tossicità, i prelievi sono più frequenti fino al superamento del problema.

Marina di Pisa
alga tossica
balneazione

Commenti