Pontedera, il maltempo spaventa, Millozzi: "Non abbiamo sottovalutato la situazione"

Il sindaco Simone Millozzi prende la parola dopo le critiche arrivate in seguito ai nuovi allagamenti, avvenuti sabato sera, in molte strade della città e annuncia un progetto per modificare il sistema fognario. Intanto la città è 'presidiata'

C'è apprensione a Pontedera dopo l'allerta meteo diramata ieri dalla Protezione Civile regionale. Sabato sera un violento acquazzone ha mandato nuovamente in tilt il sistema fognario cittadino, provocando allagamenti in molte zone della città (è la terza volta in pochi mesi). Così l'amministrazione comunale ha predisposto dei veri e propri presidi, da parte di personale della Protezione Civile e del settore Manutenzioni del Comune, per controllare la situazione. Dalla mattina, due volontari saranno in via Saffi (centro storico), due sul viale IV Novembre, due su via Siaz, due su via Della Bianca, due zona Santa Lucia, due in via Firenze e zona scolastica, al fine di monitorare la situazione predisponendo eventuali transennature. A questi si affiancherà la Polizia Municipale. Il numero della reperibilità per segnalare eventuali problemi è 329/6504322.

Intanto, dopo la pioggia di critiche piovute sui social network all'indirizzo del primo cittadino in seguito ai nuovi allagamenti di sabato, è proprio lo stesso sindaco Simone Millozzi, sulla sua pagina Facebook, a spiegare la situazione.

"Credo sia superfluo, ancora una volta, sottolineare l'intensità del violento temporale che ha colpito ieri (sabato, ndr) sera la nostra città (qualcuno lo ha definito "semplice acquazzone"...la pioggia caduta in circa due ore è stata di quasi 60mm con un elevato rain rate che ha raggiunto i 25 mm in 15'...beh.. a ciascuno di voi la valutazione) - scrive Millozzi - il nostro sistema fognario, in alcune parti della città, non è né per dimensione né per tipologia strutturalmente in grado di recepire una simile portata di acqua in così pochissimo tempo. Questa è la 'cruda' realtà ma ciò non mi impedisce comunque di scusarmi con tutti coloro che hanno subito dei danni. Tuttavia, anche per rispondere alle 'facili ironie' che immancabilmente 'impazzano' sul web, mi sento di precisare che dagli ultimi eventi di agosto ad oggi non abbiamo né sottovalutato la questione né siamo stati inerti su questo tema".

"Domani - prosegue - inserirò su questa pagina la documentazione relativa agli interventi di pulizia caditoie e griglie effettuate sul territorio comunale.
Oltre a ciò sono state finanziate l'acquisto di idrovore da predisporre, all'occorrenza, nei pressi del sottopasso di Via delle Colline e nei pressi di Via Macchiavelli (il Romito). Sono già finanziate le realizzazioni di 'casse di laminazione' nei pressi del V.le Europa, all'altezza della ferrovia (rio Paduletta) e nei pressi del V.le Asia.
E' stata finanziata la realizzazione, di concerto con l'ex consorzio Fiumi e Fossi, di un intervento sul Rotina (Santa Lucia) ed a tal riguardo partiranno i lavori di realizzazione del collettore fognario (Santa Lucia-La Borra) nonché, una volta approvato il regolamento urbanistico, i lavori della nuova 'bretella' che collegherà direttamente la variante della cd. Coop alla Via del Popolo (Santa Lucia), risolvendo definitivamente le criticità in entrata a Santa Lucia (lato cimiteri)".

"Inoltre - spiega ancora Millozzi - in questo periodo sono stati svolti numerosi incontri e sopralluoghi con Acque Spa per ricercare nuove ipotesi strutturali: oggetto di studio è anche la possibilità di "'canalizzare' tutte le acque provenienti dalla zona della Bellaria-V.le IV Novembre non più nel centro storico (come avviene attualmente) aggravando di per sé una situazione già 'deficitaria', ma verso lo Scolmatore. Un intervento dunque strutturale per il quale esiste già un progetto preliminare e al quale verranno indirizzati i finanziamenti dell'ente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 254 nuovi casi in Toscana, 3.226 i contagi 

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

  • Coronavirus: 224 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus: i negozi che effettuano consegne a domicilio a Pisa e provincia

Torna su
PisaToday è in caricamento