Aperta la nuova pista ciclabile di via Livornese

Installati anche 100 nuovi pali della luce per il quartiere ed eseguita la riasfaltatura

Sono terminati i lavori per la realizzazione della pista ciclabile protetta in via Livornese: un percorso di 1.300 metri, compreso tra via Giannutri e via Isola del Giglio, in pratica fino all'inizio del sedime del 'Trammino'. "Un investimento di 826mila euro - spiega l'assessore Andrea Serfogli - con un cofinanziamento regionale per la ciclopista dell'Arno, che ha permesso anche la riqualificazione del tratto di strada e del quartiere di La Vettola: nuovi marciapiedi e nuova illuminazione pubblica".

Eseguita anche la riasfaltatura fonoassorbente sulla carreggiata per i veicoli a motore, a parte un tratto di 200 metri, dall'incrocio per il ponte del Cep in poi, che sarà asfaltato successivamente perché prima deve essere fatto un intervento ai sottoservizi. "In questi anni - ha detto il sindaco Marco Filippeschi - abbiamo fatto importanti investimenti sulla ciclabilità: sono state raddoppiate le piste ciclabili, e quelle nuove sono fatte in sede protetta, ed è stato attivato il bike sharing Ciclopi, tra i più utilizzati d'Italia".

"Dal centro di Pisa è ora possibile arrivare fino alla Vettola in bici praticamente senza soluzione di continuità e in modo sicuro, piacevole e diretto" ha detto Rosanna Betti di Fiab, che ha aggiunto: "Non è stato facile inserire una pista ciclabile protetta in un contesto fortemente urbanizzato, riducendo notevolmente gli spazi per i mezzi motorizzati: diamo atto all'amministrazione comunale di aver compiuto una scelta coraggiosa, senza farsi influenzare dalle vivaci reazioni contrarie".

Presenti all'apertura anche il comandante della Polizia Municipale del litorale Alessandro Novi, la presidente del Ctp2, e Andrea Scatena responsabile di CLD strade, la ditta che ha eseguito i lavori.

2018-06-04 pista-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Pista ciclabile assolutamente inutile e dannosa : per ora solo 1,5 km ma anche quando ci sarà tutta, nessuno va al mare in biciletta a parte gli atleti allenati visto che si tratta di molti km. Inoltre è di larghezza immensa, con un cordolo immenso, e ha praticamente dimezzato la carreggiata, dove quando passano gli autobus, le auto nel senso opposto sono costrette a fermarsi, quasi un senso unico alternato. Le abitazioni hanno perso i pochi posti per le auto che c'erano, e inoltre i già ridottissimi esercizi commerciali non avranno più clienti visto che è impossibile sostare. Complimenti a tutti, come sempre.

    • Non è per andare al mare. Serve a chi abita a Porta a mare per venire in città in sicurezza. Un pezzo alla volta dovrebbero arrivare alla Vettola.

      • E quando sono arrivati in città rischiano costantemente di essere investiti dall'enorme numero di veicoli in mancanza di una vera viabilità ciclabile. Ma svegliati per piacere....

  • Cancellato il mio commento....fenomenali! Ciò conferma solo ciò che ho sempre pensato della sinistra pisana motivo della sua autodistruzione.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Night Club con lavoratori in nero e ragazze senza permesso di soggiorno

  • Cronaca

    Regata delle Repubbliche Marinare: la sfida nelle acque di Venezia

  • Cronaca

    Ancora sciopero alla Metro: "L'azienda vuole mettere nell'angolo sindacati e lavoratori"

  • Cronaca

    Danneggiata l'auto della vicesindaco Bonsangue in Piazza Carrara

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni stroncata da un malore: "Te ne sei andata tra le mie braccia"

  • Lascia lo zaino sul sedile dell'auto mentre porta il bimbo all'asilo: torna e trova il vetro spaccato

  • Donna investita sulla linea ferroviaria Viareggio-Pisa: ritardi alla circolazione

  • Morta a 29 anni per un malore: commosso addio a Rachele

  • Furto di fronte alla facoltà di Fisica: "Rubati 500 euro"

  • Trovato privo di sensi lungo l'argine dell'Arno

Torna su
PisaToday è in caricamento