La pineta della 'malavita': dopo la sparatoria un arresto per spaccio

Nella zona della pineta di Migliarino Pisano, la polizia stradale ha arrestato un maghrebino trovato con oltre un etto di cocaina, nel posto 10 giorni fa c'era stata una sparatoria

Un altro arresto nella pineta di Migliarino Pisano, dove solo dieci giorni fa c'è stata una sparatoria in cui è rimasto gravemente ferito un 18enne nordafricano, raggiunto da tre colpi di pistola. La notte scorsa invece è finito in manette un maghrebino: la polizia stradale lo ha arrestato con oltre un etto di cocaina. Da tempo la zona è teatro di sanguinosi regolamenti di conti tra bande di spacciatori di droga.

La pattuglia della polizia stradale, nell'ambito del potenziamento dei servizi di vigilanza decisi nella riunione del Comitato è Provinciale dell'ordine pubblico svoltosi il giorno dopo al sparatoria, stava pattugliando la zona quando ha avvicinato il nordafricano che però ha ingaggiato una colluttazione con gli agenti per cercare di fuggire. L'uomo è stato poi definitivamente bloccato e arrestato dopo un breve inseguimento a piedi. (Fonte Ansa)

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Burger King, lavoratori in presidio: "Dopo l'hamburger siamo alla frutta"

    • Cronaca

      Motorizzazione civile: nasce il comitato per dire 'no' alla chiusura degli uffici

    • Cronaca

      Via Liguria, si rompe un tubo: strada inondata di acqua

    • Cronaca

      Pontedera, controlli antidroga: fuggi fuggi degli spacciatori

    I più letti della settimana

    • La Stazione cambia volto: "Preparata una svolta radicale"

    • Mercatone Uno: riapre per due weekend il punto vendita di Navacchio

    • Aeroporto, Filippeschi indagato per il rifiuto di vendere le azioni di Sat

    • Guasto sulla rete idrica, l'intervento sarà lungo: cinque autobotti in città

    • Orentano: cadavere di un uomo ritrovato in un fosso

    • Treni: è sciopero nel weekend

    Torna su
    PisaToday è in caricamento