Cascina: rubano rame in una fabbrica, arrestati due fratelli

Due fratelli albanesi di 19 e 42 anni sono stati arrestati ieri a Cascina, dopo essere stati sorpresi all'interno di una fabbrica mentre tentavano di rubare rame

Il proprietario della fabbrica, che abita accanto al capannone, si è insospettito dopo avere sentito dei rumori inconsueti. Così ha subito chiamato i Carabinieri, che giunti sul posto hanno subito trovato e arrestato il più giovane dei due ladri. L'altro era fuggito a piedi nelle campagne circostanti. Poco distante è stata trovata anche un'auto, intestata proprio al giovane appena arrestato. Per questo i Carabinieri hanno predisposto un servizio di osservazione, sperando che il fuggitivo tornasse nell'auto per fuggire definitivamente.

Infatti due ore più tardi il 42enne é tornato, ma non per riprendersi l'auto e andarsene, ma per finire il lavoro e completare il furto. Il capannone è stato circondato dai Carabinieri, supportati anche da un elicottero che è rimasto sospeso sopra la fabbrica per seguire gli spostamenti dell'albanese e indicare ai colleghi la via migliore per bloccarlo e arrestarlo. (Fonte Ansa)

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Carcere Don Bosco, detenuto aggredisce poliziotti: 4 feriti

    • Meteo

      Previsioni meteo a Pisa: qualche nuvola, venti moderati

    • Cronaca

      Treni, da Roma a Genova in meno di 4 ore: fermata anche a Pisa

    • Cronaca

      Case popolari a Sant'Ermete: dopo l'incontro in Comune il blocco in via Emilia

    I più letti della settimana

    • Foro di San Giuliano: un morto nello scontro auto-furgone

    • Incidente stradale fra Cenaia e Perignano: morta una 72enne

    • Hotel Rigopiano: tornano a casa i Vigili del Fuoco pisani

    • Vettovaglie, spacciano droga: arrestati due ragazzi di 19 anni

    • Incidente stradale lungo l'Aurelia a Migliarino: un ferito

    • San Miniato, scontro tra due auto: quattro feriti

    Torna su
    PisaToday è in caricamento