giovedì, 18 settembre 18℃

Ponsacco: sorpresi in fuga con gioielli rubati e una pistola, due arresti

Sono finiti in manette un macedone e un italiano, originario di Pisa, che viaggiavano rispettivamente su uno scooter e su un furgone. Nel bauletto dello scooter c'era la refurtiva, nel mezzo a quattro ruote invece la pistola

Redazione 7 dicembre 2011

Tre chili e mezzo di gioielli e una pistola calibro 22. Per questo sono finiti nei guai R.S., 31 anni, macedone, pregiudicato, e L.B., 49 anni, pisano, incensurato.
I due sono stati fermati nei giorni scorsi dai militari dell'Arma mentre viaggiavano in sella a uno scooter e alla guida di un furgone dopo essere stati intercettati lungo una strada interpoderale a Ponsacco.

Il macedone procedeva a velocità sostenuta ed è stato fermato da una pattuglia, mentre il pisano a bordo del furgone ha eluso il controllo dileguandosi, ma è stato fermato poco dopo da un'altra pattuglia all'uscita di Pisa della superstrada Firenze-Pisa-Livorno. Nel bauletto dello scooterista sono stati trovati i monili e i gioielli rubati contenuti in un barattolo, mentre nel furgone i Carabinieri hanno trovato la pistola, caricata con dieci colpi e una pala sporca di terra, servita con molta probabilità, per dissotterrare il barattolo, contenente la refurtiva, da un terreno della campagna di Ponsacco.

Sono in corso indagini per capire se vi sono eventuali relazioni con i precedenti sequestri di oro effettuati nei mesi scorsi dai Carabinieri ai componenti di una famiglia macedone domiciliata a Pontedera.

ll macedone è stato rinchiuso nel carcere Don Bosco di Pisa, mentre il pisano si trova agli arresti domiciliari.

Annuncio promozionale

Ponsacco
arresti

Commenti