Stazione, rapinò il bar aggredendo la titolare incinta: arrestato il sospettato

E' stato fermato dalla Polizia un 49enne ritenuto autore della rapina dello scorso 27 aprile: lo ha riconoscito la stessa vittima mentre camminava nei pressi della stazione. Per lui sono scattate le manette per il reato di rapina aggravata

E' stato fermato dalla Polizia il presunto aggressore della barista incinta, rapinata a colpi di bastone lo scorso 27 aprile in via Turati, a due passi dalla stazione. La donna era al settimo mese di gravidanza, ma questo non ha fermato il malvivente che l'ha percossa rubando denaro e valori per diverse migliaia di euro. L'uomo era poi fuggito a bordo di una bicicletta in direzione del centro città.

Le indagini si sotto attivate subito, partendo dalla descrizione del rapinatore fornita dalla vittima. Essendo avvenuto il fatto alle 7.15 di mattina non c'erano altri testimoni, sono quindi state controllate le telecamere di sorveglianza. Sono stati setacciati i locali della zona, in quanto le prime indicazioni erano quelle di una persona di origini nord africane. La rosa era di 30 sospettati. Pensando che si trattasse di un soggetto comunque stanziale della zona stazione, i pattugliamenti si sono concentrati in quell'area, fino alla svolta di ieri.

Ha dare l'impulso decisivo all'indagine è stata la stessa negoziante, che nel pomeriggio di ieri ha riconosciuto il rapinatore mentre camminava in zona stazione. Subito chiamata la Questura sul posto è arrivata la Squadra Volante che ha bloccato il sospettato, un tunisino di 49 anni residente a Pontedera, domiciliato a Pisa con regolare permesso di soggiorno.

Dai riscontri successivi l'uomo rientrava nella lista di potenziali autori. La vittima ha poi confermato il riconoscimento, fornendo ulteriori dettagli. Il fermato ha numerosi precedenti per reati predatori e violenti. Durante il controllo in Questura viene trovato in possesso di un coltello a serramanico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In base a tutte le evidenze la Polizia procede all'arresto, con la foto segnalazione ed il fermo per indiziato di delitto, in quanto per gli investigatori ricorrono i gravi indizi di colpevolezza per il reato di rapina aggravata e il concreto il pericolo di fuga. Attualmente l'uomo si trova al Don Bosco in attesa della convalida del provvedimento. I margini dell’attività investigativa restano tutt’ora aperti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: muore studente universitario di 30 anni

  • Coronavirus: 254 nuovi casi in Toscana, 3.226 i contagi 

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

  • Coronavirus: 224 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus, sostegno alle famiglie indigenti: buoni spesa da 100 euro

Torna su
PisaToday è in caricamento