Nasconde la droga nel muro di un edificio: arrestato

Sul giovane straniero gravava già l'obbligo di firma per un precedente arresto per reati in materia di stupefacenti: per lui si sono spalancate ora le porte del carcere

Arrestato dalla Squadra Mobile della Questura, nell'ambito dei servizi per arginare il fenomeno della 'malamovida', un giovane tunisino di 20 anni, considerato responsabile di più cessioni di sostanze stupefacenti nel centro storico di Pisa.

Qualche giorno fa una pattuglia dei Carabinieri, su segnalazione di un cittadino, aveva rinvenuto, ben nascoste negli anfratti di un muro di un edificio situato nel centro storico, diverse dosi di cocaina ed hashish, già pronte per lo spaccio serale. La pattuglia dell’Arma era riuscita ad identificare un giovane tunisino che, da uno approfondito studio delle registrazioni dei filmati delle telecamere collegate con le sale operative delle forze dell'ordine, è stato riconosciuto, anche per via dell’abbigliamento vistoso, nei momenti in cui si recava a rifornirsi di droga dal nascondiglio e nelle successive fasi della cessione agli acquirenti.
Il ragazzo risultava sottoposto ad obbligo di firma presso la Questura di Pisa a seguito di un precedente arresto per reati in materia di stupefacenti. Pertanto il G.I.P. del Tribunale di Pisa, sulla scorta delle indagini dei Carabinieri, ha emesso un’ordinanza di aggravamento della misura in atto che ha determinato l’arresto e l’associazione presso la Casa Circondariale di Pisa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore in bici travolto da un'auto

  • Cede il fondo stradale: chiuso cavalcavia della superstrada

  • Travolto in bici da un'auto: la vittima aveva 22 anni

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • Coronavirus, l'epidemiologo fa il punto: "Massima allerta, ma niente panico"

  • A Marina di Pisa sbarca il 'tempio' degli hamburger di qualità

Torna su
PisaToday è in caricamento