Riglione, botte ai Carabinieri per evitare il controllo: pusher in manette

Uno dei militari è stato costretto a ricorrere a cure mediche in ospedale. Lo spacciatore era stato sorpreso mentre cedeva eroina

E' finito in manette nella serata di ieri, 1 aprile, un tunisino di 33 anni per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. L'uomo è stato sorpreso lungo l'argine dell'Arno, all'altezza di Piazza Don Milani, a Riglione, dai Carabinieri della Stazione di Cascina, mentre cedeva una dose di eroina ad un tossicodipendente, identificato ed in seguito segnalato alla Prefettura di Pisa quale assuntore.

Il 33enne alla vista dei militari dell'Arma ha ingerito altre dosi di eroina, iniziando poi la fuga. Inseguito e raggiunto dai militari, ha opposto ferma resistenza fisica, prima di essere bloccato e ammanettato.
Sequestrate una dose di eroina del peso di mezzo grammo circa e la somma contante di 40 euro, provento dell'attività di spaccio. Uno dei Carabinieri intervenuti è stato costretto a ricorrere alle cure dell'ospedale 'Lotti' di Pontedera, dove è stato medicato per contusioni multiple e giudicato guaribile in 7 giorni.

L’arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo fissato per stamattina davanti al Tribunale di Pisa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corso Italia: inaugurato il nuovo negozio Dan John

  • Pisamo assume due persone a tempo indeterminato: i dettagli della selezione

  • Sai quanti punti hai sulla patente? Le istruzioni per verificare il saldo

  • I consigli per pulire i termosifoni e farli funzionare meglio

  • Al Cep l'ultimo saluto alla giovane morta al rave party

  • Rebeldia, Unione Inquilini e Diritti in Comune contro Airbnb: "Affare milionario che svuota la città"

Torna su
PisaToday è in caricamento