Arrestato per i furti in Piazza Manin, Ziello (Lega): "Assolto, sentenza buonista"

Complimenti alla Polizia da parte di Confesercenti e assessore Bonanno, ma il deputato leghista attacca: "Si alimenta la sfiducia nella giustizia"

L'udienza del processo per direttissima era previsto questa mattina, 4 febbraio, dopo che nella notte il 41enne romeno era stato arrestato dalla Polizia con l'accusa di furto aggravato ai danni delle bancarelle in Piazza Manin. Per gli inquirenti potrebbe trattarsi di un ladro seriale, visti anche i precedenti. Il deputato della Lega Edoardo Ziello ha fatto però sapere sul suo profilo Facebook che l'uomo "è stato assolto perché 'il fatto non sussiste', in quanto mancano le denunce dei bancarellai e pertanto, secondo i giudici del tribunale pisano, non si potrebbe dimostrare che la merce in suo possesso sia stata effettivamente prelevata dalle bancarelle, pur avendo trovato l'uomo con un coltello a serramanico, accanto alle strutture dei commercianti".

Duro l'attacco del parlamentare: "Dopo questo fatto sono arrivato a pensare che in Italia abbiamo tanti problemi e due di essi sono rappresentati dalla fiumana di immigrati mascalzoni che sono entrati in questo Paese per colpa del Pd e alcuni giudici che con le loro sentenze buoniste non fanno altro che alimentare il sentimento di rabbia e sfiducia verso la giustizia di molti cittadini, oltreché a mortificare le Forze dell'Ordine".

La notizia dell'arresto era stata accolta positivamente, come da Luigi Micheletti, presidente area pisana di Confesercenti Toscana Nord, che aveva commentato: "Speriamo che l'operazione sia il segnale di una inversione di rotta che avevamo chiesto con insistenza anche nell'ultimo incontro di pochi giorni fa con l'assessore Bonanno. Il sistema di videosorveglianza della piazza va sicuramente potenziato, ma secondo noi occorreva una presenza maggiore delle forze dell'ordine. Cosa che evidentemente è successa la notte scorsa con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Adesso è il momento di non mollare la presa per lanciare il segnale che piazza Manin non è più terra di nessuno".

L'assessore alla sicurezza del Comune di Pisa Giovanna Bonanno aveva fatto i "complimenti alla Polizia di Stato per la brillante operazione", ribadendo il "massimo impegno per un controllo capillare del territorio: da un lato incrementando la presenza della Polizia Municipale, dall'altro potenziando il sistema di videosorveglianza come strumento di deterrenza, non solo in quella zona ma in tutta la città".

Potrebbe interessarti

  • Sos pancia gonfia: le cause e i rimedi naturali più efficaci

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Calli e duroni che dolore! I consigli per gli inestetismi dei piedi

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Trovato cadavere in un'auto con un coltello nel petto

  • Cadavere nel parcheggio ad Ospedaletto: disposta l'autopsia

  • All'ospedale Cisanello il metabolismo si studia in una stanza

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

Torna su
PisaToday è in caricamento