Maltrattamenti sui bambini: arrestata maestra di un asilo nido

La donna è finita ai domiciliari. E' stata inchiodata dalle telecamere e dalle microspie installate all'interno della struttura. Colpiti dalle violenze nove bambini

E' finita in manette la decana delle educatrici di un asilo nido comunale di Pisa, arrestata dai Carabinieri del Nucleo Investigativo su ordine di cattura emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Pisa, dott. Giuseppe Laghezza. L'accusa è di quelle pesantissime: maltrattamenti su nove bambini di età compresa tra uno e tre anni. La donna, 58 anni, su disposizione del gip si trova ora ai domiciliari. 
Nei filmati delle telecamere e nelle registrazioni delle microspie installate all'interno del nido emergono le violenze e le minacce compiute sui piccoli: schiaffi in faccia ed alla testa (ad un bambino è stato addirittura rotto un piatto in testa), sculacciate, costringendo i bambini, fino a farli piangere, a mangiare anche quando non volevano.
Altamente offensive anche le frasi e le espressioni usate, del tipo "rincoglionito, oggi ti faccio del male, sciocco stai zitto, ti metto fuori al freddo, sei duro come il muro, a te oggi niente frutto, levati di torno te…boia!, vai a piangere in bagno con te non ci parlo". 

>>> IL VIDEO DEI MALTRATTAMENTI SUI BAMBINI <<<

Le indagini erano state avviate nel novembre scorso su disposizione del procuratore della Repubblica di Pisa Alessandro Crini e dal sostituto Aldo Mantovani, prendendo spunto da alcune segnalazioni sui presunti abusi compiuti dall'educatrice, e sono state condotte con la stretta collaborazione degli organi dell’amministrazione comunale pisana, pur nel rispetto del segreto investigativo.
Secondo l'accusa la maestra arrestata faceva "uso sistematico" delle violenze e delle vessazioni nei confronti dei bambini provocandogli una condizione di "soggezione psicologica e di sofferenza, costituenti fonte di disagio continuo".
Sintomatica la prognosi negativa sulla condotta posta in essere dall’indagata, che il GIP così illustra nel provvedimento custodiale: “..(..)..una condotta abituale chiaramente indicativa dell’esistenza di un programma criminoso animato da una volontà unitaria di vessare i soggetti passivi e, in particolare, di sottoporre consapevolmente questi ultimi, piccoli in tenerissima età, a una duratura condizione di soggezione psicologica e di sofferenza…(..)…La pericolosità dell’indagata è resa evidente, in particolare, dalla pervicacia con cui infierisce nei confronti delle persone offese mediante le suindicate condotte vessatorie, le quali sono chiaro indice di una personalità sprezzante delle più elementari regole di comportamento…(..)…”. 

Nei prossimi giorni è previsto l’interrogatorio dell’arrestata davanti al Giudice delle indagini preliminari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Coronavirus: le nuove misure varate oggi dalla Regione

  • Prenotazione Cup, servizio sospeso su tutto il territorio

  • 'L'Amica geniale' fa tappa a Pisa e alla Normale: appuntamento in prima serata su Rai 1

  • Liceo Galilei di Pisa: studenti denunciano offese ricevute dai professori

Torna su
PisaToday è in caricamento