Pusher in azione in pieno centro: maxi sequestro di droga e soldi

Oltre a numerose dosi di cocaina già pronte per lo spaccio, sono stati sequestrati quasi 10mila euro in contanti ritenuti provento dell'attività illecita

I soldi e la droga sequestrati

Un pedinamento nel pomeriggio di martedì, 10 settembre, in pieno centro, messo in atto dagli agenti della Squadra Mobile della Polizia di Stato che hanno notato un giovane tunisino scendere da un'auto di marca Volkswagen per poi salire a bordo di una Mercedes condotta da un'altra persona per poi allontanarsi.
Seguiti dagli agenti sono stati osservati gli atteggiamenti sospetti di entrambi, che si sono intrattenuti a parlare mentre erano a bordo dell’autovettura in movimento per poi, al primo stop, congedarsi con una stretta di mano. Il magrebino è sceso dal veicolo sotto lo sguardo attento dei poliziotti, mentre un’altra pattuglia, composta da due agenti, procedeva a fermare la Mercedes.

A bordo del veicolo l’uomo fermato, alla domanda su che cosa avesse in mano, ha consegnato subito ai poliziotti una dose di cocaina, probabile provento del contatto sospetto avvenuto poco prima con il pusher.
Gli agenti hanno continuato nel frattempo a seguire lo spacciatore mentre si dirigeva verso Lungarno Galilei. Mentre era sul marciapiede, ad un certo punto, con uno scatto fulmineo, il ragazzo è entrato all’interno di una seconda autovettura con a bordo un altro conducente, che nel frattempo aveva accostato per farlo salire. Quando erano in procinto di ripartire, i due sono stati bloccati dagli investigatori della Squadra Mobile che li hanno perquisiti sul posto. Il pusher è stato trovato in possesso di un grosso involucro di carta appallottolato, al cui interno erano nascoste 22 dosi di cocaina, tutte racchiuse in altrettanti involucri di cellophane che teneva nascosti nella tasca laterale sinistra del pantalone. Nella tasca destra lo spacciatore aveva con sé una mazzetta di banconote di vario taglio per un totale di 1900 euro. Il magrebino, 20enne, già arrestato a dicembre e gennaio scorso per reati di spaccio, è finito in manette con l’accusa di detenzione con finalità di spaccio di sostanza stupefacente.

L’operazione della Polizia di Stato si è comunque protratta sino a tarda notte poiché, dopo la perquisizione personale, gli agenti hanno dovuto rintracciare anche il domicilio dello spacciatore. Individuato l’immobile, un appartamento in una palazzina nel cuore di Cisanello, gli agenti della Squadra Mobile e della Squadra Volante hanno perquisito la casa. All’interno della camera da letto dell’uomo, i poliziotti hanno trovato una sorpresa: nascoste in varie zone della stanza c'erano centinaia di banconote di vario taglio, per un totale complessivo di quasi 8000 euro. Il denaro è stato tutto sottoposto a sequestro quale provento dell’attività illecita.

Mercoledì mattina l’arrestato è comparso davanti al Giudice che ha convalidato l’arresto e ha disposto i domiciliari in attesa della conclusione del processo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento