Coltano, blitz in pineta: arrestati due spacciatori pregiudicati

I Carabinieri sono entrati in azione circondando la pineta e osservando lo scambio di droga. Poi hanno fermato i pusher. Nella boscaglia trovati cocaina e materiale per il confezionamento delle dosi. Segnalate come consumatrici 12 persone

Controlli ieri da parte dei Carabinieri di Pisa nella pineta di Coltano, divenuta luogo di spaccio e prostituzione al pari di quella di Migliarino Pisano. Venticinque militari dell’Arma, appartenenti al Nucleo Operativo e Radiomobile e alla Stazione di San Piero a Grado, supportati dalle unità cinofile del Nucleo Cinofili dei Carabinieri di San Rossore, sono entrati in azione, cinturando l’intera area d’interesse per poi passare alla seconda fase, quella dell’intervento e del bloccaggio di tutte le vie di fuga.

Durante il servizio, i militari nascosti nella boscaglia hanno potuto documentare decine di cessioni di sostanze stupefacenti, tutte opportunamente riscontrate da altri equipaggi dislocati su posti di controllo con il compito di fermare le autovetture segnalate e procedere alla perquisizione dei soggetti occupanti.
Ben 12 sono state le persone fermate e segnalate alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti a scopo non terapeutico. Un vero supermarket della droga quello documentato dai Carabinieri che ha portato al sequestro di complessivi 20 grammi di stupefacenti di ogni tipo.

Cessata e documentata ampiamente l’attività di spaccio, i militari sono passati all’azione stringendo il cerchio sugli spacciatori. Lentamente si sono avvicinati alle  postazioni occupate dai malviventi e sono balzati loro addosso bloccandoli. Nel corso del blitz due sono stati i venditori di droga fermati: si tratta di J.A., 30 anni, e S.S., 29 anni, entrambi marocchini, pregiudicati e clandestini.

Grazie ai cani antidroga i militari hanno setacciato la boscaglia dove hanno rinvenuto, oltre ad alcune dosi di cocaina, anche tutto il materiale per il confezionamento. Sequestrati anche 500 euro in banconote di vario taglio provento dell’attività criminosa. I due extracomunitari sono stati dichiarati in arresto e processati per rito direttissimo al termine del quale per loro è stata disposta la custodia cautelare in carcere.
Nell’operazione sono stati identificati anche alcuni transessuali brasiliani per i quali è stato proposto il foglio di via obbligatorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana: 4 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più: a Pisa giornata da zero nuovi contagi

Torna su
PisaToday è in caricamento