Minacce e percosse all'ex compagna: stalker finisce in carcere

L'uomo non accettava la fine della relazione con una giovane donna. Per questo ha iniziato a perseguitarla non rispettando nemmeno il provvedimento di ammonimento emanato dal questore

Appostamenti, pedinamenti, telefonate pressanti e minacce anche di morte, si faceva trovare addirittura in luoghi dove sapeva di poterla incontrare, cercando anche di introdursi nella sua abitazione a Pisa. Non voleva accettare la fine della relazione con la sua ex compagna un tunisino 46enne che ha cominciato così ad infastidire la giovane donna.

Nei primi giorni del mese di giugno la donna, esasperata dal comportamento dell’uomo, divenuto sempre più aggressivo sia verbalmente che fisicamente, arrivando persino ad alzare le mani, decide di richiedere al questore l’adozione del provvedimento dell’ammonimento, ma nonostante questo, l'uomo non si è lasciato intimidire: ha prima percosso la donna, poi l'ha minacciata con un'arma, successivamente si è recato sul posto di lavoro della stessa minacciando di morte, sempre con un coltello, i datori di lavoro dell'ex convivente.

Lo stalker è stato così arrestato e condotto in carcere.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Tredicenne scomparso a Pisa: ritrovato a Firenze

    • Meteo

      Previsioni meteo a Pisa: giornata di bel tempo

    • Cronaca

      Ospedale Cisanello: proseguono i lavori per i nuovi parcheggi

    • Cronaca

      Pisa Half Marathon: tutto pronto per la decima edizione

    I più letti della settimana

    • Incidente stradale a Vecchiano: morto carbonizzato all'interno dell'Ape

    • Scomparso da casa un 13enne: in corso le ricerche

    • Agnano: autobus di linea prende fuoco

    • Tamponamento in superstrada: traffico bloccato

    • Pisa-Ascoli, i tifosi si mobilitano: 'abbraccio' alla squadra e contestazione alla società

    • Tredicenne scomparso a Pisa: ritrovato a Firenze

    Torna su
    PisaToday è in caricamento