In città nonostante l'allontanamento: in carcere 23enne

L'uomo era noto alle forze dell'ordine per reati riguardanti le sostanze stupefacenti

(foto d'archivio)

E' stato arrestato ieri sera, 28 luglio, nei pressi della stazione ferroviaria di Pisa Centrale dai Carabinieri un tunisino di 23 anni, domiciliato a Livorno. Il ragazzo era conosciuto per essere più volte stato perseguito per reati attinenti lo spaccio di sostanze stupefacenti. Lo scorso 27 febbraio era stato arrestato mentre cedeva una dose di eroina ad un giovane del luogo. Così era stato disposto nei suoi confronti il divieto di dimora nel Comune di Pisa. Nonostante ciò è stato più volte controllato in città e per questo segnalato all’Autorità Giudiziaria, che ha deciso l’aggravamento della misura, disponendo la custodia cautelare in carcere in sostituzione dell’obbligo di dimora, provvedimento per il quale era ricercato.

Ieri sera un maresciallo della Stazione di Pisa, libero dal servizio, l’ha notato in Viale Gramsci, chiedendo subito alla Centrale Operativa del Comando Provinciale l'intervento di altro personale. Inviati immediatamente i rinforzi, l’extracomunitario è stato bloccato e condotto in caserma.
Dopo le formalità di rito, è stato condotto nel carcere Don Bosco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Lutto nella sezione Aia di Pisa: muore a 41 anni Gennaro D'Archi

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Auto fuori strada lungo l'Arnaccio: muore 25enne

Torna su
PisaToday è in caricamento