Arriva l'Oxfam festival

Dal 26 al 28 luglio, a Guardistallo tre giorni di riflessione e festa all’insegna della solidarietàAppuntamento tutte le sere dalle 18 o dalle 19,30 presso l’area feste, in piazza della Chiesa

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Tre giorni di incontri e dibattiti su temi di stretta attualità, il tutto arricchito da buona cucina e musica italiana e internazionale. Sono questi gli ingredienti dell’Oxfam Festival, in programma a Guardistallo (in provincia di Pisa, nei pressi di Cecina) da venerdì 26 a domenica 28 luglio. Appuntamento tutte le sere, dalle 18 o dalle 19,30, presso l’area feste, in piazza della Chiesa. Il programma Si parte venerdì 26 luglio alle 18, con un dibattito sullo stato e il futuro dell’accoglienza migranti in Italia e Toscana, assieme all’assessore regionale all’immigrazione Vittorio Bugli, al sindaco di Guardistallo Sandro Ceccarelli, al responsabile immigrazione e antirazzismo di Arci Toscana Simone Ferretti e ad Anna viola Toller della cooperativa Camelot. Modera il responsabile del settore accoglienza di Oxfam Italia, Zanobi Tosi. Alle 21,30, spazio invece al concerto ad ingresso gratuito delle De’ Soda Sisters, trio musicale al femminile, che ha fatto dell’Agrifolk il suo marchio di fabbrica. Sabato 27 luglio a movimentare la serata sarà invece l’eclettico dj MAMO, con la sua musica a 360°. Infine domenica 28 luglio alle 18 in programma l’incontro dal titolo “Un’altra filiera è possibile Storie di lotta allo sfruttamento lavorativo”. Un’occasione per riflettere e scoprire anche storie e esperienze positive di lotta allo sfruttamento dei lavoratori lungo la filiera agricola e alimentare nel nostro Paese. Come quella che sarà raccontata da Paolo Russo di Funky Tomato. Assieme, tra gli ospiti, Enzo Chioini di Libera, Patrizia Cotta Ramusino dell’Anpi Bassa Val di Cecina e il sindaco di Cecina, Samuele Lippi. Modera Giorgia Ceccarelli, policy advisor per la sicurezza alimentare di Oxfam Italia. Alle 21,30 la serata si chiuderà quindi con il concerto de “Le ultime sorelle di Jack”, gruppo New Wave livornese. Inoltre tutte le sere dalle 19,30 sarà possibile cenare con piatti toscani e internazionali. Mentre nel mercatino artigianale, aperto per tutti e tre i giorni nell’area del Festival, sarà possibile trovare oggetti fatti a mano da artigiani locali. Sulle bancarelle ci saranno anche i prodotti della linea “I Was a Sari” di Oxfam: un’impresa sociale indiana con sede a Mumbai che - lavorando attivamente con le donne delle comunità marginalizzate in India- offre una linea di prodotti di moda realizzati attraverso il riuso creativo dei tipici abiti delle donne indiane.

Torna su
PisaToday è in caricamento