Assunzioni Ikea: via alle selezioni a gennaio 2013, apertura in autunno

Le candidature dovranno essere inviate tramite il sito internet della catena di arredamento. Il presidente della Provincia Andrea Pieroni: "Abbiamo chiesto di valorizzare i nostri centri per l'impiego per la selezione"

Curriculum alla mano per Ikea. A chiarire i tempi per le assunzioni nel nuovo punto vendita pisano è il responsabile della comunicazione del colosso svedese Valerio Di Bussolo, che assicura che saranno seguite le procedure standard di selezione, dopo la polemica innescata sulla massima distanza di residenza dal punto vendita che il personale del marchio gialloblu deve avere. "Se i tempi previsti saranno rispettati - ha spiegato Di Bussolo - il nostro negozio aprirà nell'autunno del 2013 e dal gennaio precedente raccoglieremo i curriculum che i candidati potranno inviare attraverso il nostro sito internet. Ovvero la stessa procedura che abbiamo seguito anche per il nostro nuovo negozio di Pescara. E credo che faremo anche in Toscana ciò che abbiamo già fatto in Piemonte: ovvero presenteremo in un confronto, che ancora dobbiamo costruire, i nostri standard produttivi al tessuto imprenditoriale toscano, spiegando a tutti che il nostro è un catalogo unico in tutto il mondo e che produrre per noi non significa produrre per questo o quel punto vendita, ma che si ragiona almeno su scala continentale".

Sul nodo assunzioni, che aveva visto esprimere profondo sconcerto da parte del sindaco di Pontedera Simone Millozzi dopo aver saputo che il personale avrebbe dovuto risiedere al massimo a 20 minuti di distanza dal punto vendita, è intervenuto anche il presidente della Provincia Andrea Pieroni. "A Ikea abbiamo chiesto per selezionare personale di valorizzare i nostri servizi e i centri per l'impiego presenti sul territorio che già svolgono un prezioso lavoro di supporto alle imprese e di stabilire un contatto con le aziende che fanno parte del distretto del mobile". Lo stesso responsabile della comunicazione di Ikea Di Bussolo aveva sottolineato, per calmare le acque, che non sarebbero stati utilizzati dei criteri geografici per il reclutamento dei lavoratori.