Attentato di Boston: Camp Darby e Piazza dei Miracoli obiettivi sensibili

Il prefetto Francesco Tagliente ha annunciato una maggiore attenzione nel controllare certe zone della città, in particolare la base statunitense di Camp Darby e Piazza Duomo, affollata ogni giorno da centinaia di turisti

Dopo il tragico attentato di Boston, anche a Pisa si alza il livello di guardia come ha affermato lo stesso prefetto Francesco Tagliente. "L'innalzamento dello stato di allerta in Italia, in conseguenza dell'attentato di Boston, coinvolge anche Pisa e in particolare la base americana di Camp Darby" ha detto Tagliente, che ha poi precisato: "Non sono state decise particolari precauzioni ma i fatti di ieri sera hanno determinato una conseguente maggiore attenzione, da parte delle forze dell'ordine, per la protezione degli obiettivi, soprattutto statunitensi, ritenuti sensibili ai fini di polizia".

Vigilanza rafforzata, così come avviene sempre in momenti di maggiore allerta generale, anche nei pressi dei principali monumenti cittadini in particolare nella zona del complesso monumentale di Piazza dei Miracoli, quotidianamente affollato di turisti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus: al via i tamponi in auto, come i 'pit stop'

  • Coronavirus: 196 nuovi casi in Toscana, il dato più basso dall'inizio dell'epidemia

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

Torna su
PisaToday è in caricamento