Migliarino: muore nello scontro con un autobus

E' successo lungo l'Aurelia, all'altezza del Rustichello. L'impatto è stato frontale e l'auto è finita fuori strada

Sopra l'auto finita fuori strada, nell'altra foto l'autobus coinvolto

Grave incidente stradale poco prima delle 14 di oggi, venerdì 5 ottobre, tra un autobus di linea della Ctt Nord e un'auto lungo la via Aurelia Sud, all'altezza del ristorante Rustichello, a Migliarino, nel comune di Vecchiano. Nell'impatto il conducente dell'auto, una Renault, è stato sbalzato fuori dall'abitacolo ed è deceduto. Il veicolo si è scontrato frontalmente con il mezzo della Ctt e si è cappottato su un fianco uscendo fuori strada.

La vittima è Giulio Palma, 28 anni, campano di origine ma residente a Pisa. Il ragazzo, che lavorava all'Esselunga di Lido di Camaiore, ha improvvisamente perso il controllo del mezzo, forse per un malore o un colpo di sonno, schiantandosi frontalmente con l'autobus che sopraggiungeva dalla direzione opposta.

Quattro feriti invece tra i passeggeri del pullman che sono stati trasportati all'ospedale Versilia.
Sul posto il 118 con la Misericordia di Pisa, i Vigili del Fuoco con il supporto dell'autogru, la Polizia di Stato e la Polizia Municipale.

incidente aurelia migliarino 5 ottobre 2018 autobus-2

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Come far risaltare l'abbronzatura a fine estate: 4 semplici consigli

  • Ritardatari delle ferie: 9 cose da fare per pulire casa prima della partenza

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento