Bimba morta dimenticata in auto, Codacons: "Da anni chiediamo l'obbligo di allarmi su auto"

L'associazione dei consumatori interviene dopo la morte della piccola a San Piero a Grado

"Una tragedia che si sarebbe potuta evitare se le istituzioni avessero accolto il grido d’allarme lanciato dal Codacons e la richiesta che l’associazione avanza da oltre 10 anni di rendere obbligatori allarmi sulle auto per avvisare il guidatore circa la presenza di bambini sui sedili posteriori". Lo afferma l’associazione dei consumatori, commentando la morte della bambina a San Piero a Grado.

"Da più di 10 anni chiediamo di rendere obbligatori sulle autovetture circolanti in Italia sistemi di allarme in grado di avvisare i genitori della presenza di bambini sui sedili - spiega l’associazione - esiste già un sistema brevettato e presentato alle case automobilistiche che non solo avvisa attraverso allarmi sonori se si esce dalla macchina lasciando i bambini sui sedili, ma fa anche scattare in modo automatico il sistema di climatizzazione dell’autovettura così da evitare incidenti anche gravi".

"Ci chiediamo che fine abbia fatto l’emendamento alla manovra approvato a dicembre 2017dalla Commissione Trasporti della Camera e che avrebbe dovuto rendere obbligatori i dispositivi per segnalare quando un bambino è stato dimenticato in auto dai genitori" conclude il Codacons.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, quando arriva la neve in pianura

  • "Un'offesa senza precedenti": è polemica sul video del trapper Bello Figo girato all'Università

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • Neve e ghiaccio in Toscana: allerta meteo

  • "Elicotteri da guerra nella fabbrica di Ospedaletto": Rebeldia contro Leonardo Spa

  • Donna scomparsa a Volterra: trovata morta in fondo alle Balze

Torna su
PisaToday è in caricamento