Accoglienza migranti: nuovo bando per individuare strutture idonee

Bando da 12,9 milioni di euro della Prefettura. Attualmente sono circa 1400 i migranti ospitati in 114 strutture del territorio provinciale

La Prefettura di Pisa, su richiesta del Ministero dell'Interno, ha indetto una nuova procedura di gara per l'individuazione di strutture idonee ad accogliere cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale. Il bando è finalizzato all' individuazione di più operatori economici ai quali affidare il servizio di accoglienza dal 1 maggio al 31 dicembre 2018. Gli operatori interessati dovranno far pervenire la loro offerta entro le ore 12 del 15 marzo all'ufficio protocollo della Prefettura - Piazza Mazzini 7 - 56127 Pisa.

Come spiega il viceprefetto, Valerio Massimo Romeo, nell'immediato non sono previsti nuovi arrivi sul territorio."Il nuovo bando - afferma Romeo - serve per ripristinare stabilmente le assegnazioni. Al momento i richedenti asilo sono 1400 ospitati in 114 luoghi che vengono gestiti dagli operatori a seguito di un gara d'appalto. Il contratto è però scaduto il 31 dicembre scorso. Da allora gli operatori gestiscono queste strutture in regime di proroga. Una situazione che durerà fino alla fine di aprile". 

Il fabbisogno teorico stimato dal bando è di 1500 posti accoglienza. Cento in più rispetto alle presenze attuali. Si tratta però di una sorta di tutela nel caso che alla provincia di Pisa venissero assegnate da qui alla fine del 2018 ulteriori quote di migranti. "L'importo a base d'asta - si legge nel capitolato - è pari a 35 euro (Iva esclusa), rapportato ad un numero di posti presunto complessivo pari a 1.500 e moltiplicato per la durata presunta dell’appalto (245 giorni)". Complessivamente si parla di circa 12,9 milioni di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il gestore dovrà garantire ai richiedenti asilo tutta una serie di servizi, tra cui: la somministrazione di tre pasti al giorno, l'assistenza sanitaria, l'assistenza sociale e psicologica, vestiario adeguato, prodotti per l'igiene personale e il trasporto per il raggiungimento della Questura, della Prefettura e delle strutture sanitarie indicate dal medico responsabile del centro. Dovrà inoltre garantire l'attività dei mediatori culturali per favorire l'integrazione dei richiedenti asilo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

Torna su
PisaToday è in caricamento