Domus Mazziniana, bilancio positivo: "1500 visitatori in sei mesi, ad autunno un nuovo look"

Dopo i primi sei mesi di riapertura ordinaria, la Domus Mazziniana si prepara alla riapertura autunnale con un riallestimento delle sale espositive dedicato al 1848 e a Curtatone e Montanara

“Circa 1500 visitatori, tra i quali più di 300 studenti, in poco più di sei mesi e un nutrito calendario di iniziative che ha visto susseguirsi concerti, conferenze, spettacoli teatrali e convegni, alternando importanti momenti di riflessione storiografica a eventi decisamente più leggeri, ma di grande impatto, come l’apericena a tema risorgimentale organizzata in occasione della conferenza nazionale di Public History”.

Decisamente positivo il bilancio di questi primi sei mesi nelle parole del presidente della Domus Mazziniana il prof. Paolo Mancarella, rettore dell’Università di Pisa. Una ripresa dell’attività della Domus, caratterizzata dalla stretta collaborazione con l’Ateneo e marcata dalla doppia celebrazione del 170° della Battaglia di Curtatone e Montanara e del 70° della Costituzione repubblicana, nel segno di quella continuità tra Risorgimento, Resistenza e Repubblica che costituisce, sottolinea il direttore della Domus, il prof. Pietro Finell, la ragion d’essere dell’istituto di Via Mazzini. La Domus si prepara alla ripresa autunnale, dopo una pausa che durerà dal 6 al 26 agosto, “rifacendosi il look”. “Infatti - continua il prof. Mancarella - approfitteremo della chiusura per procedere, in collaborazione con l’Università, ad un riallestimento delle sale espositive, che darà ampio spazio alle vicende del lungo ’48 risorgimentale e in particolare proprio alla Battaglia di Curtatone e Montanara”.

Si tratterà di una sorta di 'seconda puntata' delle celebrazioni che vedranno la Domus, tra l’altro, ospitare un nuovo ciclo di conferenze e iniziative dedicate sia al grande pubblico sia alle scuole. Infine il prof. Finelli ricorda come anche durante la chiusura sarà possibile continuare a visitare sia pure solo virtualmente le sale del museo. Infatti grazie alla disponibilità gratuita del fotografo Lorenzo Russo dalle pagine del sito della Domus (www.domusmazziniana.it) sarà possibile visitare una gallery di fotografie immersive a 360°. Un’esperienza di grande impatto visivo e che da settembre sarà integrata in maniera stabile sul sito della Domus Mazziniana, insieme ad una serie di altre novità, come l’aggiornamento dei canali sociali e la nascita di una newsletter ufficiale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il carrello pieno alle casse automatiche pagano un solo articolo: arrestati

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Supermercati: nuovo punto vendita Conad a Santa Croce sull'Arno

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

Torna su
PisaToday è in caricamento