Bimba morta in auto, aperta un'indagine. Il sindaco: "La città è in lutto"

Disposti accertamenti sulla salma della piccola per stabilire la causa del decesso. Il sindaco: "Comunità piegata dal dolore"

Foto Ansa

Pisa si risveglia ancora sotto shock. Non sono passate 24 ore dalla notizia della morte della piccola Giorgia, bambina di 7 mesi che ha perso la vita all'interno di un'auto in via Livornese a San Piero a Grado. L'allarme, con l'intervento dei medici del 118, è scattato intorno alle 15.40, ma i soccorritori giunti sul posto non hanno potuto che constatare l'irreparabile. 

Nel luogo della tragedia è intervenuta la scientifica, i Carabinieri ed i Vigili del Fuoco. La ricostruzione fatta dagli inquirenti è che il padre, una volta arrivato nel solito parcheggio del lavoro, abbia lasciato la piccola che dormiva sul seggiolino posizionano sui sedili posteriore. Solo nel primo pomeriggio la scoperta della dimenticanza, cioè nel momento in cui la madre non ha trovato la piccola quando è andata a riprenderla a scuola. 

La Procura della Repubblica di Pisa ha aperto un'indagine per stabilire la dinamica dei fatti e le eventuali responsabilità. L'ipotesi a carico del padre 40enne è quella di omicidio colposo. Disposti anche accertamenti sulla salma della bambina per verificare la causa del decesso. 

La notizia in città del terribile lutto si è diffusa dopo poche ore. Il sindaco Marco Filippeschi, che presenziava all'inaugurazione dell'apertura definitiva delle Mura di Pisa, ha reso noto ai partecipanti quando accaduto, annullando i festeggiamenti previsti. "Un incidente assurdo - ha detto visibilmente scosso - ma che purtroppo è accaduto altre volte. La città è già in lutto. Molti di noi conoscono il padre e la famiglia. La comunità è piegata dal dolore". Il primo cittadino ha poi fatto visita al parcheggio, portando le condoglianze alla famiglia. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Il Partito Democratico ha annullato di tutte le iniziative di campagna elettorale previste per oggi, 19 maggio. Così anche Patto Civico: "Con grande dispiacere - ha scritto in una nota - apprendiamo del tragico avvenimento di San Piero a Grado nel quale ha perso la vita una neonata di 7 mesi perché è stata dimenticata in auto. Ci stringiamo attorno alla famiglia e in segno di rispetto abbiamo deciso di interrompere la nostra campagna elettorale per il candidato sindaco Antonio Veronese nella giornata di sabato 19 cancellando tutti gli appuntamenti. La politica ed il civismo in particolare non possono essere impassibili a questi avvenimenti. Rimaniamo a disposizione della famiglia per qualsiasi necessità".

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Come far risaltare l'abbronzatura a fine estate: 4 semplici consigli

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

  • Sabbia in casa: trucchi e consigli per liberarsene

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento