Bimba morta dimenticata nell'auto: archiviata la posizione del padre

L'accusa era di omicidio colposo, difesa ed accusa concordi sull'amnesia dissociativa

Il Giudice per le Indagini Preliminari ha accolto la richiesta di archiviazione della Procura di Pisa per il padre che, quel maledetto 18 maggio, si dimenticò di lasciare la figlioletta di un anno al nido prima di andare al lavoro. Lo riporta il quotidiano Il Tirreno.

Il corpo esanime della piccola fu ritrovato nel pomeriggio nell'auto in sosta al parcheggio dove l'ingegnere era andato a lavorare. Qualcosa nella sua mente quella mattina cancellò dalla sua memoria la routine. Procura e difesa furono concordi nel sostenere l'amnesia dissociativa transitoria, cioè un improvviso black out che gli ha fatto dimenticare la bimba in auto. Accolta questa tesi, la decisione del giudice ha così escluso la punibilità per l'accusa di omicidio colposo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Coronavirus: al via i tamponi in auto, come i 'pit stop'

  • Coronavirus: 290 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus: 252 nuovi casi positivi in Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento