Castelfranco: riscaldamenti bloccati in due scuole

I bambini della scuola materna in Piazza Garibaldi sono tornati a casa, mentre alle elementari di Orentano gli impianti sono ripartiti in tempo e i disagi sono stati limitati

Anche a Castelfranco, dopo i casi di Pisa, si sono verificati oggi 9 gennaio blocchi agli impianti di riscaldamento nelle scuole. E' accaduto all'Istituto Comprensivo Leonardo Da Vinci di Piazza Garibaldi e alla scuola elementare in Via Martiri della Libertà a Orentano.

Mentre le strumentazioni del plesso della frazione sono ripartite, maggiori difficoltà si sono riscontrate nella riattivazione del sistema di riscaldamento dell’asilo nido e della scuola materna di Piazza Garibaldi. Il sindaco Gabriele Toti ha quindi immediatamente deciso di chiudere l’edificio alle attività per la giornata di oggi, considerate le temperature non idonee ad ospitare bambini ed insegnanti.

"Sono dispiaciuto e mi scuso per il disagio che è stato creato a bambini e genitori - ha commentato il primo cittadino - in questi giorni erano stati effettuati dei monitoraggi specifici per evitare quanto più possibile il verificarsi di problemi. Sabato mattina, infatti, è stato fatto un controllo per la verifica delle condizioni degli impianti che erano risultati tutti regolarmente funzionanti".

Presso la scuola di Orentano, dove l’impianto era normalmente funzionante già poco dopo le otto di stamani, il riscaldamento è stato nuovamente accesso riducendo il disagio. Nell’edificio di piazza Garibaldi invece c’è stato bisogno di un intervento dei tecnici di Toscana Energia per far ripartire il sistema di riscaldamento, che è tornato a funzionare nel corso della mattinata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’impegno dell’amministrazione comunale nella tutela dei bambini e della loro permanenza a scuola è massimo - ha concluso il sindaco - sarà nostro interesse che un evento simile non si ripeta. Abbiamo segnalato l’incidente a Toscana Energia Green per richiedere una spiegazione tecnica precisa sull’accaduto, un monitoraggio ancora più attento. Toscana Energia si è impegnata in questo senso, diversamente valuteremo l’applicazione di penali. Tra l’altro, proprio nelle scuole, abbiamo avviato un programma di sostituzione degli impianti di riscaldamento con l’obiettivo di un ammodernamento, a conferma della volontà di migliorare le condizioni dei nostri ragazzi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

  • Toscana Aeroporti: Gina Giani rassegna le sue dimissioni

Torna su
PisaToday è in caricamento