Bullismo a Pontedera: denunciate due ragazze di 16 anni, coinvolta anche una tredicenne

Due gravi episodi erano avvenuti in Valdera lo scorso mese di settembre: entrambi avevano visto la partecipazione di una ragazzina di appena 13 anni che aveva mandato all'ospedale a suon di calci e pugni una coetanea

E' stata fatta piena luce dal Commissariato di Polizia di Pontedera su due episodi di bullismo avvenuti in città. Ripercorrendo la vicenda, nel mese di settembre, una tredicenne di Pontedera ha aggredito una sua coetanea, colpevole di “averci provato con il proprio fidanzato”, causandole diverse lesioni e un trauma oculare con ricovero in ospedale. Dopo pochi giorni, durante una vera e propria spedizione punitiva, due ragazze di 16 anni hanno aggredito un’adolescente che aveva cercato di difendere una sua amica vittima di cyber-bullismo.

Dopo approfondite indagini la Polizia ha fatto completa luce sui due episodi, apparentemente non collegati tra loro, individuando e segnalando alla Procura dei Minori le autrici delle aggressioni.

Sono stati sentiti diversi adolescenti e sono stati analizzati diversi profili sui social network riuscendo a ricostruire i due casi di violenza avvenuti tra giovanissimi.

Nel primo episodio, l’aggressione si è verificata nei giardini della Montagnola, dove la vittima era stata attirata con inganno per un colloquio chiarificatore. In realtà la rivale aveva già programmato l’aggressione, pubblicizzandola con le amiche sul proprio profilo Facebook. All’aggressione hanno partecipato come spettatori alcuni amici che avevano effettuato anche filmati con i cellulari con l’intenzione di pubblicarli, poi però, in seguito al clamore suscitato dalla vicenda, hanno deciso di cancellarli.

Nel secondo caso l’aggressione si è verificata nei giardini  Bella di Mai, a due passi da Corso Matteotti, dove le due adolescenti hanno incontrato la vittima a cui avevano giurato da fargliela pagare con minacce dirette tramite social network. A questa spedizione punitiva ha partecipato anche la tredicenne autrice della prima aggressione che si è 'limitata' a incitare le due ragazze a picchiare l’altra.

La ricostruzione dei due episodi ha così permesso di denunciare, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Firenze, per i reati di concorso in atti persecutori e lesioni personali, le due minorenni della seconda aggressione, mentre la tredicenne del primo episodio, essendo non imputabile, è stata solo segnalata all'Autorità Giudiziaria.

Sono in corso ulteriori indagini per verificare l’illecita riproduzione, su siti internet specializzati, delle immagini illegalmente riprese.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

Torna su
PisaToday è in caricamento