Buoni spesa a Calci: riaprono i termini per presentare domanda

Una nuova apertura del bando per i buoni alimentari stanziati dal Governo. Ecco chi può fare richiesta

Riapertura dell’avviso per la presentazione delle domande relative ai buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari. E’ quanto previsto dall’amministrazione comunale di Calci che dopo il primo step - che ha visto 214 cittadini beneficiare di buoni spesa per un totale di 21.400 euro - ha riaperto i termini per la presentazione delle domande.
Ecco i criteri coi quali l’ente di Piazza Garibaldi assegnerà le risorse rimanenti tra quelle inviate dal Governo:

- saranno erogati buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari per i nuclei familiari indigenti (in quanto già in carico ai servizi sociali) e per i nuclei che dimostrino di essere in situazione di disagio economico derivante dall’emergenza Coronavirus;

- possono presentare domanda i nuclei familiari che non l’abbiano presentata nel precedente avviso scaduto lo scorso 08.04.20 fermo restando che non può presentare domanda un altro componente dello stesso nucleo anagrafico fatta eccezione per coloro che, pur avendo presentato domanda e non avendo ricevuto i buoni spesa, vogliano dichiarare una modifica della situazione patrimoniale precedentemente autocertificata;

- gli appositi moduli di richiesta devono essere presentati entro e non oltre le ore 12:00 di venerdì 24 aprile 2020;

L’analisi delle domande, la rispondenza ai requisiti richiesti e e l’ordine di priorità del buono spesa saranno effettuate dall’ufficio servizi sociali del Comune di Calci sulla base di quanto indicato nella autocertificazione presentata dai cittadini (col modulo predisposto dall’ente) e delle indicazioni fornite dalle assistenti sociali (qualora il nucleo risulti in carico).

Per andare ancora di più nel dettaglio il Comune di Calci informa che i buoni spesa, in formato da € 50,00 ciascuno, saranno assegnati con i seguenti criteri:
        a) € 100,00 per nucleo composto da una sola persona;
        b) € 200,00 per nuclei composti da due persone;
        c) € 300,00 per nuclei composti da tre persone;
        d) € 400,00 per nuclei composti da quattro o più persone;

“Fermo restando che - interviene l’assessore alle Politiche sociali Valentina Ricotta - sulla base delle richieste pervenute e delle condizioni in esse descritte potranno essere previste ulteriori assegnazioni oppure riduzioni percentuali. Ringrazio l’ufficio sociale del Comune per aver tempestivamente predisposto la riapertura dell’avviso e per aver gestito, fino ad oggi, tutte le operazioni che hanno permesso alla parte più fragile della nostra comunità di poter contare su beni alimentari essenziali. Al tempo stesso e, qualora il budget a disposizione lo renda possibile, le domande già presentate nel precedente avviso saranno istruite per una nuova assegnazione”.

I cittadini interessati possono trovare ulteriori dettagli e scaricare il modulo di domanda dal sito ufficiale del Comune www.comune.calci.pi.it oppure ritirare copia cartacea nell’androne del comune (senza entrare nell’edificio).
Le domande dovranno essere inviate entro e non oltre le ore 12:00 di venerdì 24 aprile 2020 esclusivamente alla mail protocollo@comune.calci.pi.it oppure, se strettamente necessario ed imprescindibile, inserire il modulo nell’urna appositamente presente nell’atrio del comune (senza entrare nell’edificio).
Per avere informazioni e supporto nella compilazione ed invio delle domande è possibile telefonare al n. 050939550 fino a venerdì 24 aprile 2020 dalle ore 9:30 alle ore 12:00.

A concludere è il Sindaco di Calci, Massimiliano Ghimenti che aggiunge: “Avevamo promesso tempi celeri e certi e così è stato. Grazie al lavoro degli uffici comunali e delle associazioni di volontariato è stato possibile aiutare concretamente coloro che necessitavano di un aiuto per esigenze essenziali, quali appunto la spesa. Lo stesso faremo adesso con le risorse rimanenti tra quelle inviate da Palazzo Chigi al nostro ente: esserci per chi ha bisogno è da sempre alla base del nostro impegno, impegno che in una situazione di emergenza non può che diventare assoluta priorità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più: a Pisa giornata da zero nuovi contagi

Torna su
PisaToday è in caricamento