Bus vietati all'aeroporto: Enac fa saltare l'ordinanza del Comune

Per l'ente erano in corso "gravi turbamenti" al servizio pubblico aeroportuale, quindi ha disposto l'accesso libero dei mezzi allo scalo, di fatto eliminando la disposizione dell'amministrazione

Nella diatriba Comune di Pisa-Toscana Aeroporti irrompe l'Enac. L'Ente nazionale per l'aviazione civile ha emesso un'ordinanza, in vigore da oggi 5 giugno, che di fatto supera e smentisce quanto previsto dall'amministrazione pisana circa il divieto di accesso agli autobus disposto per lo scalo Galilei, con l'utilizzo del parcheggio scambiatore del Pisa Mover. L'ente infatti ha disposto che sia ristabilito l'arrivo dei pullman davanti partenze ed arrivi, in quanto è stato ritenuto "necessario intervenire al fine di assicurare la piena operatività, effiacia e regolarità dei servizi pubblici aeroportuali".

Tali servizi stavano "subendo gravi turbamenti a causa delle restrizioni contenute nell'ordinanza 244/2018 del Comune di Pisa che, oltretutto, è stata emanata in assenza dei dovuti pareri e confronti tecnici dell'Autorità Aeronautica titolare della giurisdizione sul territorio i cui effetti hanno un evidente impatto". Oltre alla valutazione di fatto e competenza, l'Enac fa riferimento anche al Pisa Mover, deputato secondo le intenzioni dell'amministrazione a fungere da collegamento nel nuovo sistema di viabilità. Scrive l'ente che nell'accordo di programma per la realizzazione dell'infrastruttura "non vi è menzione alcuna di interventi volti all'inibizione della circolazione degli autobus in ambito aeroportuale".

Dietro la decisione dell'Enac ci sono anche le rimostranze di Toscana Aeroporti. Sempre nelle valutazioni l'ordinanza spiega infatti che la decisione è stata presa "sentito il gestore aeroportuale di Pisa e i rappresentanti della comunità aeroportuale, che in più consessi formali hanno rappresentato le lamentele dell'utenza", anche per quanto riguarda "la percezione della qualità e dell'efficacia dei servizi, ed in alcuni anche anche sull'accessibilità dei passeggeri a mobilità ridotta".

Il 'dialogo' quindi fra gli attori, Comune, Regione ed operatori economici, procederà ancora sul piano processuale. E il terreno principale sarà il giudizio di merito amministrativo sull'ordinanza del Comune richiesto da Toscana Aeroporti, con il Consiglio di Stato che aveva rigettato la richiesta di sospensiva dell'ordinanza di divieto. Un punto favorevole al Comune in quel caso, che aveva puntato forte sull'applicazione della misura, visto l'impegno richiesto alla Polizia Municipale per la sua applicazione. Ora ci sarà da capire quanto potrà impattare sul caso la disposizione Enac. Il tutto con lo sguardo rivolto alle imminenti elezioni. 

Il Comune: "L'ordinanza resta valida"

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

Torna su
PisaToday è in caricamento