Astronomia: installata la camera per monitorare i meteoriti sul tetto del Polo Tecnologico di Navacchio

L'azienda SpaceDyS, grazie all'acquisto dello strumento, rientra nel progetto PRISMA per determinare le orbite di meteore in caduta sulla Terra e la loro regione d'impatto

SpaceDyS, azienda del Polo Tecnologico di Navacchio, nata come spin-off del Gruppo di Meccanica Celeste dell'Università di Pisa, ha presentato ieri 23 giugno la camera all-sky per il monitoraggio dei bolidi sopra i cieli di Cascina e le attività collegate ad essa, installata sopra il tetto del IV° lotto del Polo Tecnologico.

L’idea di SpaceDyS, in particolare, di acquistare la camera All-sky è nata in seguito al 'Premio Innovazione' ed. 2016 riconosciuto dalla Camera di Commercio di Pisa. L'azienda ha reinvestito parte del premio nel territorio per fornire un servizio di eccellenza. Con l'acquisto e installazione della camera all-sky infatti SpaceDyS è entrata a far parte del progetto PRISMA (Prima Rete Italiana per la Sorveglianza di Meteore e Atmosfera) e della rete FRIPON (Fireball Recovery and InterPlanetary Observation Network). L'idea del progetto PRISMA e del collegato FRIPON è quella di riuscire a determinare le orbite di meteore in caduta sulla Terra e la regione di impatto delle meteoriti, attraverso una rete di camere all-sky su tutto il territorio nazionale ed europeo.

In particolare l’attività di PRISMA e della camera richiede il coinvolgimento di ricercatori, appassionati, astrofili o cercatori di meteore, che possono contribuire alla ricerca a terra delle meteoriti e alla divulgazione scientifica del progetto. SpaceDyS intende anche fornire il suo know-how scientifico al progetto e migliorare l’efficienza della determinazione del luogo di impatto.

SpaceDyS partecipa anche all’associazione locale AMICA (Asteroid Mitigation Information and Coordination Activity), che ha l’obiettivo primario di costruire una rete che coinvolga il mondo accademico, imprenditoriale, delle amministrazioni locali, della protezione civile, dei mass-media e dei semplici cittadini. Il fine primario è quello di informare in maniera scientificamente corretta e non allarmistica popolazione ed enti locali sul pericolo di caduta degli asteroidi, ed evitare il diffondersi di notizie infondate che possano generare panico ingiustificato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commercio: nuova apertura in piazza delle Vettovaglie

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 18 e 19 gennaio

  • Polizia di Stato in azione: oltre mille persone controllate nel pisano

  • Occupazioni in varie scuole di Pisa e provincia

  • Lavori sulla rete idrica a Cascina: mancherà l'acqua

  • Ricercato dal 2017, tenta la fuga in sella ad uno scooter rubato: arrestato

Torna su
PisaToday è in caricamento