Movida: studenti ed associazioni insieme per trovare soluzioni coi residenti

Per giugno un insieme di associazioni promuoverà la campagna 'Our red carpet is the street', un cartellone di eventi per favorire conoscenza e dialogo in modo da trovare posizioni comuni fra studenti, residenti e migranti

Sarà lanciata da Piazza dei Cavalieri domani sera, alle ore 22, la campagna 'Our red carpet is the street', il calendario di iniziative per sviluppare il dialogo fra studenti, residenti e migranti sull'annoso tema della movida. Annunciata per giugno una serie di iniziative, perchè "crediamo che il fenomeno – scrivono in una nota congiunta le associazioni coinvolte – non possa essere ridotto ad una questione di ordine pubblico, ma necessiti di risposte politiche adeguate". Promotori dell'iniziativa sono Sinistra Per... insieme ad Africa Insieme, Pisa Folk, Arci, Legambiente, Officina - UdS Pisa e Libera.

Si inizia appunto domani con una street band notturna che animerà la piazza durante la presentazione dei risultati ottenuti dai questionari strutturati e somministrati da Sinistra per... negli ultimi tre mesi ai giovani che frequentano le piazze del centro di Pisa. Il parere dei protagonisti delle notti pisane fungerà da stimolo per il dibattito, al fine di trovare soluzioni efficaci e durature capaci di mettere d'accordo tutti.

"Se bagni e cestini sono il minimo indispensabile per il rispetto degli spazi cittadini – dice la nota – allo stesso tempo si devono accompagnare misure di sostegno diretto ad iniziative culturali, concessione di spazi per la realizzazione di iniziative a basso costo e maggior informazione in merito a quelli già esistenti, nonché approcci che mirino alla regolarizzazione delle illegalità anzichè ottiche criminalizzanti e punitive; politiche che nel complesso favoriscano il decentramento del fenomeno e il decongestionamento del centro storico, oltre che ad una sensibilizzazione verso chi costituisce la 'movida' stessa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La discussione aperta è l'unico modo per trovare la sintesi fra le posizioni di studenti, residenti e migranti che vivono questa città "in tutte le sue varietà e sfaccettature si possono trovare le risposte che delle cieche ordinanze non hanno ottenuto in questi anni. Lanceremo pertanto una serie di iniziative per il mese di giugno, nell'ottica di condividere buone pratiche e creare discussione reale sui problemi: dal dibattito sulla movida in città a iniziative di sensibilizzazione al rispetto degli spazi cittadini e dell'ambiente, ad attività culturali decentrate in circoli o piazze meno interessati dal fenomeno". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Lutto nella sezione Aia di Pisa: muore a 41 anni Gennaro D'Archi

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Auto fuori strada lungo l'Arnaccio: muore 25enne

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

Torna su
PisaToday è in caricamento