Sicurezza: arrivati a Pisa Alec e Lady, i cani antispaccio per la Municipale

I due cani pastore tedesco sono stati affidati ai due agenti. Saranno addestrati nei prossimi mesi fra una zona di San Rossore dedicata ed i primi giri di ambientamento in città, in particolare alla stazione

Sono giovani, in salute, attivi e pronti ad imparare. Sono i nuovi 'colleghi' degli agenti di Polizia Municipale: Alec e Lady. Maschio e femmina, hanno 12-13 mesi e sono appena arrivati a Pisa a comporre, insieme agli agenti a cui sono affidati, le due unità cinofile che nei prossimi mesi affineranno la propria intesa e le loro abilità per poi contrastare lo spaccio in città. La presentazione è avvenuta nel pomeriggio di mercoledì alla Sesta Porta. Il 'terreno di caccia' in cui i cani saranno impiegati sarà in particolare il quartiere della stazione, ma come ha sottolineato il comandante Michele Stefanelli "sono un servizio alla città, saremo a disposizione di scuole o di chiunque possa averne necessità".

Gli animali vengono dall'allevamento Della Decima Mas di Ancona, che negli anni ha già formato tanti esemplari per le forze dell'ordine. "Sono pastori tedeschi della tipologia 'da lavoro' - spiega l'addestratore Daniele Barbanera - sono esenti da displasia, microchippati, hanno ricevuto il primo condizionamento per essere poi addestrati allo scopo. Per loro è tutto un gioco: sono stati addestrati a desiderare la ricompensa, uno straccetto bianco, e per averlo dovranno rispondere al comando che sarà quello di cercare la droga. Serviranno circa 3-4 mesi perché riescano a riconoscerne l'odore, ci lavoreremo insieme agli agenti a cui sono assegnati".

L'ulteriore fase di addestramento permetterà da un lato la migliore conoscenza fra agente e cane, dall'altro l'adattamento degli animali ai contesti nel quale opereranno. "Stiamo finendo di sistemare un'area nel Parco San Rossore - ha spiegato Stefanelli - per proseguire con le attività. Ci hanno regalato manichini ed altro materiale utile, lo scopo è ricostruire qualsiasi scenario che poi si andrà a trovare nella fase operativa. E' importante poi che gli animali si abituino ai rumori, tipo il treno o quant'altro, affinché non si spaventino. Ci mettiamo in gioco, anche per fortuna abbiamo due agenti appassionati, a cui sono stati affidati i due cani".

"Grazie alla Polizia Municipale ed in particolare ai due agenti - ha detto il sindaco Michele Conti - perché curare un cane è un lavoro 24 ore su 24. Abbiamo pensato che questo servizio potesse aggiungere efficienza ai controlli interforze, in particolare alla stazione o in quei casi in cui la droga viene nascosta in vari posti favorendo giri di spaccio difficili da scovare. Sarà uno strumento di pulizia e presidio del territorio, che favorirà la riqualificazione degli spazi. Altri comuni poi hanno seguito questa linea, come Prato, per dire una località vicina, il cui sindaco è anche presidente dell'Anci. E' una scelta insomma in linea con le possibilità delle amministrazioni. Ovviamente gli animali saranno ben curati e tutelati".

"Con le due unità cinofile - ha aggiunto l'assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno - ci siamo adeguati alla realtà che cerchiamo di affrontare, saranno un valido ausilio per la Polizia Municipale. Ora c'è un'altra fase dell'addestramento, ma contiamo di portarli presto in città per le prime uscite, pensiamo per il prossimo dicembre". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

cani polizia municipale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento