Frana sulla Volterrana: al via i lavori sul tratto a senso unico alternato

In fase di predisposizione il cantiere per il ripristino definitivo del tratto della SP 15 (al km 3+800), attualmente a senso unico alternato per gli effetti di una frana. Per la manutenzione dell'infrastruttura, investiti negli ultimi mesi 1.2 mln di euro

Si appresta ad aprirsi il cantiere per il ripristino definitivo della carreggiata della Strada Provinciale 15 'Volterrana' in corrispondenza del tratto, di circa 200 metri, a cavallo del km 3+800, lungo il quale è da tempo in vigore una parziale limitazione del traffico, con scorrimento a senso unico alternato, a causa dei danni provocati da un esteso movimento franoso, le cui primissime origini risalgono al 2013 e le cui dinamiche di sviluppo hanno determinato conseguenze particolarmente complesse da gestire.

Nella giornata di ieri, gli uffici del Servizio viabilità della Provincia - che per la messa in atto dell'intervento di sistemazione ha stanziato la somma di 220mila euro - hanno effettuato la consegna dei lavori alla ditta incaricata (la 'Serena Scavi' di Calcinaia), la quale avrà tempo fino alla metà di ottobre per portare a compimento il programma stabilito: durante il periodo di svolgimento delle attività, la fruizione della SP 15 sarà comunque garantita, restando in vigore l'attuale regime di senso unico alternato, regolato da semaforo.

Per la Volterrana si tratta di un ulteriore tassello nell'articolato piano di opere cui è stato necessario metter mano al fine di tamponare, prima, e poi via via risolvere i molteplici deterioramenti causati dai numerosi episodi di cedimento dei terreni favoriti dalle ingenti (e spesso violente) piogge cadute nel corso dell'ultimo anno e mezzo: episodi che hanno prodotto ovvi e pesanti disagi, compresa la chiusura totale al traffico, dal febbraio al maggio scorsi.
Per dare giusto un quadro riassuntivo dello stato di grave difficoltà in cui è venuta a trovarsi l'infrastruttura (oggi peraltro sgombra da qualsiasi ostacolo alla circolazione eccezion fatta proprio per il solo senso unico alternato al km 3+800), ricordiamo che il tracciato della Volterrana è stato interessato, nel 2014, da altre ben quattro frane. Per l'esattezza le criticità si sono verificate al km 3+300 e al km 3+400 (entrambe le situazioni sono state interamente normalizzate); al km 8+500 (qui sono attualmente in corso di ultimazione la rimozione dei materiali smottati); e infine al km 5+200. In questo punto sono stati effettuati 'rappezzi' per eliminare gli scalini formatisi a causa dell'abbassamento dei terreni e sono state eseguite le indagini geologiche dalle quali è emerso un quadro particolarmente complicato, tale da prospettare, per la completa messa in sicurezza del versante, un rilevante investimento economico: al momento, in ogni caso, l'evoluzione del movimento franoso è tenuto sotto costante osservazione.

Considerando gli interventi appena riepilogati e quello imminente al km 3+800, ammontano a un totale di 1 milione e 200mila euro le risorse messe in campo finora dalla Provincia. “Uno sforzo finanziario immane - sottolinea il presidente Andrea Pieroni - che ha gravato quasi interamente sulle spalle del nostro ente, ma che abbiamo assunto convintamente, consapevoli dell’importanza di Volterra e nonostante il susseguirsi di tagli di risorse che rischiano, ormai di compromettere l’operatività dell’ente stesso in ambiti importanti come la viabilità appunto, la tutela del territorio e la scuola”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 19 e 20 ottobre

Torna su
PisaToday è in caricamento