Cantieri di Pisa, nodo concessioni: la Navicelli respinge le accuse

Sulla viceda delle concessioni demaniali della Cantieri di Pisa, questione che rischia di compromettere l'interesse della società Mv Yachting, interviene la Navicelli spa per fare chiarezza

Il nodo delle concessioni demaniali dei Cantieri di Pisa al centro dei problemi per l'acquisto da parte della società Mv Yachting, interessata a rilevare il ramo d'azienda della nautica pisana, ma bloccata a causa della gravosa questione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Su questo punto interviene così la Navicelli spa che non ci sta ad essere additata come colpevole. "Il tentativo di trovare il colpevole, riguardo i problemi della vendita dei Cantieri di Pisa, negli Enti Locali pisani e nella società i Navicelli è operazione ingenerosa che non corrisponde affatto alla realtà delle cose - si legge in un comunicato - gli indirizzi riguardo le concessioni, come noto a tutti, vengono dati alla Navicelli da Amministrazione provinciale e Comunale. La Navicelli gestisce le concessioni demaniali su delega degli Enti Locali del territorio. La Navicelli ha già ripetutamente dato disponibilità piena in incontri ufficiali, alla presenza di tutti i soggetti interessati, a fare, dietro esplicita richiesta del Curatore, la revoca delle concessioni assegnate e l’assegnazione temporanea al vincitore della gara. Poi, come previsto dal Codice della navigazione, l’assegnazione definitiva delle concessioni avviene con una gara di evidenza pubblica. Alla società Navicelli nessuna richiesta è pervenuta in tal senso".

NOTA TECNICA DI NAVICELLI SPA SU VICENDA DELLE CONCESSIONI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus: al via i tamponi in auto, come i 'pit stop'

  • Coronavirus: 290 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus: 196 nuovi casi in Toscana, il dato più basso dall'inizio dell'epidemia

Torna su
PisaToday è in caricamento