Lajatico, sequestrati due capannoni agricoli: i tetti erano ricoperti di eternit

Sei persone sono state denunciate per inquinamento ambientale. La Guardia di Finanza durante una ispezione aerea aveva notato le due strutture le cui coperture ad una analisi più approfondita sono risultate realizzate con pannelli in cemento-amianto

Conclusa dalla Guardia di Finanza di Volterra un'operazione in materia di polizia ambientale finalizzata all’individuazione di aree o siti in cui vi è la presenza di eternit.

In stretta sinergia operativa, la Sezione Aerea di Manovra della Guardia di Finanza di Pisa, su input del Comando territoriale di Volterra, ha effettuato una ricognizione aerea a Lajatico che ha confermato la presenza di due costruzioni agricole che, a prima vista, sembravano ricoperte da lastre di eternit in stato di degrado.

I militari, insieme al personale dell’ASL 5 di Pisa, hanno effettuato così dei prelevamenti di campioni che hanno evidenziato che le coperture dei capannoni erano state realizzate con pannelli in cemento-amianto. La natura fibrosa dell’amianto è alla base delle caratteristiche di rischio per la salute umana essendo causa di gravi patologie a carico prevalentemente dell’apparato respiratorio. Infatti la pericolosità consiste nella capacità che i materiali di amianto hanno di rilasciare fibre potenzialmente inalabili, soprattutto quando tali materiali si presentano friabili o frantumati come appunto nel caso in questione.

L’operazione si è conclusa con il sequestro di due capannoni con destinazione agricola di circa mq. 450 e la denuncia, a piede libero, alla Procura della Repubblica di Pisa di sei soggetti per il reato di “Inquinamento ambientale” ex art. 452/bis del C.P.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Residente a Pisa in quarantena: è entrato in contatto con l'uomo positivo a Pescia

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Coronavirus: in Toscana due casi sospetti positivi in attesa di validazione

  • Coronavirus: le nuove misure varate oggi dalla Regione

  • Coronavirus, caso sospetto a Firenze: positivo il secondo tampone su un uomo

Torna su
PisaToday è in caricamento