Capodanno pisano 2017, il consigliere Buscemi: "Festeggiamenti inopportuni"

La data del 25 marzo coincide con il Venerdì della Settimana Santa, che per la tradizione cattolica è dedicata alla contemplazione, in contrasto con il clima di festa

Si prospetta un Capodanno Pisano 'sui generis' quest'anno. Dopo le polemiche sulla nomenclatura con la Regione Toscana, il consigliere comunale di Fi-Pdl Riccardo Buscemi espone altri due problemi che prospettano la non celebrazione della tradizionale ricorrenza.

Il primo: la sovrapposizione del 25 marzo con il Venerdì della Settimana Santa. "L'amministrazione comunale - spiega Buscemi - sembra determinata ad ignorare l'evidente circostanza che vede coincidere quest'anno la ricorrenza del Capodanno Pisano con il Venerdì Santo, giorno in cui il mondo cristiano ricorda la Passione e Morte di Gesù Cristo".

"E' evidente - sostiene il consigliere - che i festeggiamenti così come svolti negli anni passati sono inopportuni perché urtano il sentimento religioso cristiano. Nessuno dei giorni del Triduo Pasquale, il nucleo centrale di tutta la celebrazione liturgica della Chiesa durante la quale essa contempla l'Ultima Cena, la Morte, la Sepoltura e la Resurrezione del Signore, sono infatti idonei e adatti per sfilate, cortei, rullio di tamburi, squilli di trombe, festeggiamenti, addirittura spari di fuochi d'artificio perché è appunto il momento della contemplazione, nel silenzio, per il cristiano. E poiché all'origine del Capodanno Pisano c'è la ricorrenza cristiana dell'Annunciazione, ferma restando la laicità delle istituzioni, l'amministrazione comunale non può non tenere conto del sentimento religioso cristiano a meno che non cerchi un inevitabile scontro, dagli esiti imprevedibili, con le gerarchie ecclesiastiche".

Il secondo problema è connesso ai lavori in corso: "La tradizionale cerimonia alle ore 12 per assistere al raggio di sole che colpisce la mensolina posta su un pilastro in Cattedrale dove sarà allestito il cosiddetto 'sepolcro' quest'anno non potrà svolgersi anche per l'esistenza dei ponteggi montati per i lavori di restauro della cupola attualmente in corso".

Quindi al consigliere Buscemi appare evidente "l'inopportunità di incedere in fastosi e solenni festeggiamenti in occasione della Settimana Santa, tanto a Firenze che a Pisa". Fin dall'inizio era chiaro per lui che "quest'anno i festeggiamenti dovessero risultare molto attenuati se non addirittura inesistenti". "E' evidente - prosegue - che l'esistenza di un organismo responsabile dei festeggiamenti, di cui faccia parte anche un rappresentante dell'Arcivescovo, avrebbe impedito questa empasse che l'amministrazione comunale non sembra risolvere o voler risolvere".

Al fine di capire quindi cosa ne sarà del Capodanno Pisano 2017 "il sottoscritto Consigliere Comunale Riccardo Buscemi interpella il sindaco, con preghiera di risposta orale in Terza Commissione Consiliare Permanente, per conoscere i programmi dei festeggiamenti approntati dall'amministrazione comunale per il prossimo Capodanno Pisano e soprattutto se non ritiene di tenere debitamente conto del sentimento religioso cristiano, nell'atteggiamento più volte declinato di rispetto di tutte le confessioni religiose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 9 e 10 novembre

  • Via Caruso: incendio nella facoltà d'Ingegneria

  • Forti temporali in arrivo: allerta meteo arancione

  • Corso Italia: inaugurato il nuovo negozio Dan John

  • Al Cep l'ultimo saluto alla giovane morta al rave party

  • I consigli per pulire i termosifoni e farli funzionare meglio

Torna su
PisaToday è in caricamento