Carenza di infermieri in ospedale, Nursind: "Vicini allo stato di agitazione"

Il sindacato chiede interventi immediati sul personale, lamentando pesanti carichi di lavoro per gli operatori

Lancia l'allarme il sindacato Nursind sulla carenza di organico degli infermieri. Una situazione di emergenza, scrive il segretario territoriale Daniele Carbocci  che "in assenza di un intervento, NurSind si troverà costretto a proclamare lo stato di agitazione del personale e chiamare l’azienda a rendere conto di fronte al Prefetto la situazione". Il dialogo con l'azienda non è al momento andato a buon fine: "Alla luce della situazione, nell'imminenza di dover garantire le ferie estive al personale infermieristico e oss, senza diminuire drasticamente il numero di posti letto di importanti unità operative, era stata richiesta la possibilità di avere assegnati almeno 6 infermieri e 2 oss assunti temporaneamente da agenzia interinale, ma la direzione aziendale ha opposto un netto rifiuto".

Le criticità riguardano molti settori secondo il sindacato: "Sono ormai molti mesi - scrive Carbocci - che la situazione del personale infermieristico e oss al Dipartimento Cardiotoracovascolare è di grave criticità. In ognuna delle Unità Operative che lo compongono, si registrano dotazioni organiche al di sotto degli standard necessari per poter garantire una corretta turnazione del personale senza ricorrere a orario straordinario, orario aggiuntivo incentivato e mancata concessione di ferie. Nell’intero dipartimento, sono almeno 12 gli infermieri che mancano".

"Situazione particolarmente grave - dice il sindacato - nella UO di Pneumologia dove si sono toccate punte di 9 pazienti con supporto ventilatorio (su 15 posti letto complessivi della degenza) e solo 2 infermieri in turno. Senza contare il fatto che nel reparto sono presenti due terapie sub intensive in cui spesso sono ricoverati pazienti affetti da SLA e quindi particolarmente impegnativi, gestiti da 1 solo infermiere e 1 solo oss. L’UO necessiterebbe che venissero reintegrati almeno 1 infermiere e 1 oss".

Prosegue Nursind: "Non va meglio nella UO di Cardiochirurgia, dove già esisteva una carenza di 3 infermieri, ma con il peggioramento della situazione da quando nella stessa UO sono stati assegnati anche posti letto per la SD di Emodinamica, con il ricovero di pazienti con procedure complesse come gli impianti valvole cardiache per via percutanea, che richiedono una monitorizzazione costante e al personale infermieristico un carico di lavoro maggiore. Per garantire adeguata assistenza sarebbe necessario aggiungere almeno un turno di infermieri, ovvero dotare la UO di altri 5 infermieri. Nella UO di Cardiologia 2, manca 1 infermiere che dovrebbe essere reintegrati per completare la dotazione organica minima. A completamento dell’organico minimo per la UO di Chirurgia Toracica servirebbero almeno 1 infermiee e un altro nella UO Chirurgia Vascolare".

Conclude Carbocci: "Situazione critica anche agli Ambulatori del piano terra dove in ogni realtà specialistica si lavora con una dotazione infermieristica ridotta all’osso a fronte di carichi di lavoro sempre maggiori. In questa realtà sono almeno 4 gli infermieri che mancano all’appello. Manca un infermiere anche al Blocco Operatorio dove si eseguono interventi di cardiochirurgia, chirurgia vascolare e chirurgia toracica. In questa realtà esiste anche un serio problema di super lavoro a causa dei continui sforamenti orari degli interventi con la necessità per gli infermieri di rimanere in servizio e una molto frequente attivazione delle pronte disponibilità notturne e festive per i molti interventi in emergenza".

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Falsi amici a tavola: 7 alimenti che non fanno dimagrire

  • Ragnetti rossi: cosa sono e come proteggere la casa dalla loro presenza

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • Tirrenia, malore mentre è in mare: muore 81enne

  • Via Sesia: fiamme in un appartamento

  • Si sente male sul patino a Marina di Vecchiano: muore 49enne

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Rischia la paralisi dopo un tuffo: 16enne ricoverato a Cisanello

  • Santa Maria a Monte, con la bici contro un'auto: morto

Torna su
PisaToday è in caricamento