Case popolari a Sant'Ermete, i tempi: i 39 nuovi alloggi in consegna per fine 2018

Via libera della Regione per l'impiego dei 3,3 milioni di euro di Apes per la realizzazione dell'edificio. I 10 milioni per il completamento di tutto il progetto attesi per fine anno

Da sinistra il direttore Apes Federici, l'assessore Zambito ed il presidente Apes Bani

"I nostri intenti si stanno realizzando". Così ha esordito l'assessore alle politiche abitative Ylenia Zambito, nella conferenza stampa di stamani, 9 settembre, che fa il punto sui lavori per le case popolari di Sant'Ermete. "La Regione Toscana - spiega - con delibera ha autorizzato l'impiego di 3,3 milioni per proseguire il progetto; queste risorse permetteranno la realizzazione dei 39 nuovi alloggi una volta terminate le demolizioni, in corso nei tempi stabiliti da parte della ditta incaricata".

Parlando di tempi la Zambito traccia il cronoprogramma: "Entro fine settembre le demolizioni dei 4 edifici saranno concluse. Nel gennaio 2017 contiamo di partire con la gara di affidamento dei lavori basata sulla progettazione interna che per quel momento sarà terminata. Trascorsi quindi i tempi tecnici partirà l'intervento con la realizzazione dei 39 alloggi, con le prime assegnazioni entro la fine del 2018". 

Questi 3 milioni derivano, come già annunciato a giugno, da un fondo sociale di Apes e dalla riallocazione di risorse previste per progetti futuri, non ancora operativi. Un 'anticipo', che verrà poi restituito dalla Regione Toscana insieme ai 10 milioni promessi per il progetto generale di Sant'Ermete.

I 10 MILIONI. Da progetto verranno utilizzati per terminare le demolizioni nell'area e finanziare gli interventi per il completamento dei 256 alloggi previsti. Si attende quindi l'accensione del mutuo della Regione, che spiega la Zambito "avverrà quando la Regione stanzierà tutti i fondi necessari per gli interventi di questo tipo per tutta la Toscana, circa 100 milioni". Il direttore di Apes Giorgio Federici: "Speriamo che vengano stanziati entro la fine del 2016, in modo da essere messi nel bilancio di Apes in chiusura dell'anno".

Uno dei passaggi necessari per la distribuzione di questi fondi era l'individuazione del soggetto gestore. "Sarà 'Casa Spa Firenze' - afferma il presidente Apes Lorenzo Bani - che quindi riceverà i 100 milioni e li distribuirà alle varie agenzie del territorio. E' una delle tante soluzioni che abbiamo trovato". Bani rivendica i risultati ottenuti: "Abbiamo prima trovato il modo di non fermare i lavori, individuando noi i 3 milioni, poi insieme alla Regione si è lavorato per quest'ultimo passaggio. Il progetto di Sant'Ermete è stata una nostra decisione, proprio perché sappiamo delle condizioni fatiscenti delle abitazioni".

MANUTENZIONI. "Stiamo facendo - prosegue Bani - un monitoraggio su tutto il patrimonio. Per problemi di sicurezza o pericolo, manutenzioni straordinarie, interverremo dove necessario. Gli interventi ordinari o dovuti a gestione non corretta degli affidatari spettano agli inquilini". "Se viene segnalato un problema - spiega Federici - il servizio di assistenza Apes arriva e ripara quelle situazioni diciamo di potenziale inagibilità. Si lavora su tutta la provincia, 6.800 case, ma anche per Sant'Ermete. Dato che qua ci sono strutture in fase di dismissione le case che si liberano che sono usabili, o con pochi costi di sistemazione, saranno affidate alla Società della Salute per l'ermegenza abitativa. Per le altre aspetteremo i lavori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'assessore Zambito spiega infatti che "è stato fatto un accordo con la Sds, che prende in gestione gli alloggi che si liberano ad esempio per decessi, spostamenti o perdita del diritto. In questi mesi molte famiglie hanno avuto la casa popolare con lo scorrere della graduatoria, si sono così liberati posti e sono stati usati per l'emergenza abitativa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: muore studente universitario di 30 anni

  • Coronavirus: 254 nuovi casi in Toscana, 3.226 i contagi 

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

  • Coronavirus: 224 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus, sostegno alle famiglie indigenti: buoni spesa da 100 euro

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

Torna su
PisaToday è in caricamento