Memoria: celebrata la professoressa che si oppose ai nazisti

Mariannina Ciccone, docente dell'Istituto di Fisica, impedì nel 1944 la distruzione di gran parte dei materiali scientifici. Gemellaggio fra Pisa e Noto

L’incontro di due città, Pisa e Noto, per ricordare la figura ed il coraggio di una docente di fisica, Mariannina Ciccone, che nel 1944 si oppose ai nazisti e impedì l’asportazione e la distruzione di gran parte del materiale scientifico e didattico dell’Istituto di Fisica, che allora aveva sede a Palazzo Matteucci in Piazza Torricelli.

Una donna straordinaria la professoressa Ciccone nata a Noto nel 1891 e trasferitasi a Pisa per conseguire prima la laurea in Matematica (nel 1919) e poi quella in Fisica (nel 1924). La professoressa Ciccone ha poi percorso a Pisa tutta la sua carriera accademica, che l'ha vista diventare nel 1925 assistente aggiunta all’Istituto di Fisica, nel 1936 libero docente di Fisica sperimentale alla facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali e nel 1959 docente di Spettroscopia alla stessa facoltà. La professoressa Ciccone è scomparsa nel 1965.

La storia di questa donna straordinaria è stata riscoperta dagli studi e dalla ricerca del prof. Marco Piccolino dell'Università di Ferrara. Nel novembre scorso ci fu un incontro a Noto, ieri evento analogo a Pisa con il gemellaggio fra le due città. Apposta una targa commemorativa sul palazzo da lei salvato, appunto il Palazzo Matteucci in piazza Torricelli.

"Il prof. Piccolino ci ha consentito di recuperare una tessera importante per la memoria della nostra città - ha detto nel suo intervento il sindaco di Pisa Marco Filippeschi - la memoria legata alla resistenza e all’importanza della cultura, una tessera che ravviva la visione di Pisa come città della scienza e rinsalda i rapporti, già stretti con la grande scuola di fisica che ha nella nostra città una grandissima tradizione. Una memoria che ci riporta al valore della difesa del patrimonio culturale e infine la storia di una donna eccezionale. Tutto questo ci rende orgogliosi di ospitare questa giornata e, come ormai nostra consuetudine, daremo un seguito alla cerimonia coltivando il rapporto nato con il Comune di Noto sulla scia di un rapporto storico con la Sicilia e facendo si che anche questa tessera venga trasmessa ai giovani".

"Questo è un grande progetto culturale – ha sottolineato il Sindaco di Noto Corrado Bonfanti – che crea un legame tra le nostre comunità e da valore ad un percorso nell’arte, nella storia e nella cultura. Una testimonianza importante di quella sensibilità verso temi che accomunano le nostre città e che sono oggi fondamentali per il rilancio di tutto il paese".

La cerimonia celebrata in Sala Regia è stata presenziata da: Marco Filippeschi, Sindaco di Pisa; Corrado Bonfanti, Sindaco di Noto; Renata Bongiovanni, Presidente Fidapa, sezione di Pisa; Maria Teresa Scrofani, Presidente Fidapa, sezione di Noto;Francesco Fidecaro, Università di Pisa; Marilù Chiofalo, Assessora Comune di Pisa;Ranieri Del Torto Presidente Consiglio Comunale PIsa, Corrado Spataro, Assessore Cultura Comune di Noto.

Potrebbe interessarti

  • Sos pancia gonfia: le cause e i rimedi naturali più efficaci

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

  • Mal di testa: prevenzione e rimedi naturali per combatterlo

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • All'ospedale Cisanello il metabolismo si studia in una stanza

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

  • "Ero al pronto soccorso", ma non era vero: 36enne torna ai domiciliari

  • Maltempo in Toscana: in arrivo temporali e pioggia intensa

Torna su
PisaToday è in caricamento