Sicurezza informatica: contro la pirateria nasce a Pisa l’Osservatorio della Cybersecurity

Si tratta di un servizio gratuito per enti pubblici ed imprese sviluppato dallo Iit- Cnr

E’ stato presentato al 'Cybersecurity day', durante l’ottava edizione dell’Internet Festival, l’'Osservatorio della CyberSecurity' (Ocs) che è nato ed agisce all’interno dell’Istituto di Informatica e Telematica dell’Area della ricerca di Pisa del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Iit-Cnr) con il contributo del Registro.it, l’anagrafe degli oltre 3 milioni domini a marchio nazionale '.it'.

L’Ocs fornirà delle informazioni analitiche ottenute attraverso il coinvolgimento di esperti all’interno del campo della sicurezza informatica il cui scopo è quello di fornire le migliori soluzioni per i diversi stakeholder tra cui enti pubblici ed imprese.
“Ogni anno, privati ed enti pubblici subiscono cyber attacchi per un valore di centinaia di miliardi di euro e con l’arrivo di Industria 4.0, questa forma di pirateria criminale può aumentare creando ancora più danni economici e sociali come nel caso di violazioni della privacy - ha affermato il direttore dello Iit-Cnr e responsabile del Registro .it Domenico Laforenza - per questo abbiamo creato un osservatorio accessibile e di semplice utilizzo che possa aiutare la PA e le aziende ad arginare e prevenire i danni da cyber attacchi”.

Le attività svolte

Il ventaglio delle attività dell’Ocs, fa leva su diversi asset di competenze e di ricerche sviluppate all’interno dello Iit-Cnr. Tra le principali attività dell’Ocs, c’è quella di monitorare la crescita delle vulnerabilità, delle minacce e degli attacchi sulla rete, utilizzando diverse sorgenti, che siano pubbliche e private. In particolare, tali sorgenti utilizzeranno un meccanismo di raccolta dati che verranno successivamente processati in maniera semi-automatica o automatica. Altro servizio dell’Ocs, è l’utilizzo dei social-network e blog relativi alla sicurezza informatica per conoscere e comprendere nuove minacce e la loro ampiezza e velocità di diffusione. Si passa poi alla catalogazione delle vulnerabilità e delle minacce affinché la scoperta e la navigabilità su un database di minacce sia semplificata e possa essere compressa senza troppe difficoltà.
Altro servizio è quello dell’analisi dei tweet che utilizzano parole chiave relative al dominio della Cyber-Security, ad esempio, cyber minaccia, cyber terrorista/i, cyber terrorismo, hacker e tanti altri. 

Molto richiesto dalle piccole e medie imprese è il 'self assessment'. Il servizio offre uno strumento semplice e rapido per l'autovalutazione del calcolo del rischio cibernetico. Richiede due tipi di input: quelli relativi alle misure di sicurezza e quelli sulle risorse dell'azienda. A questionario completo, il servizio stima le perdite annuali previste per ogni minaccia e inoltre fornisce un valore sul rischio totale. L’Ocs con la creazione di report periodici, presenta e discute le più importanti minacce, osservandone in particolare, la potenza di attacco e di diffusione.

Ulteriori attività dello Ocs vengono specificate sul portale dell’osservatorio che è www.cybersecurityosservatorio.it

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 14 e 15 settembre

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

  • Mancano i permessi: salta il Metarock

Torna su
PisaToday è in caricamento