Rissa nel locale del centro: chiuso per 10 giorni

Il decreto è stato firmato dal questore. Il locale era stato teatro di altre liti con feriti negli ultimi tempi

Sospesa la licenza al locale del centro di Pisa, teatro, nella notte tra il 4 e il 5 marzo, dell'accesa lite che ha portato al ferimento di due ragazzi.
Il provvedimento, della durata di 10 giorni, è stato emesso dal questore di Pisa Paolo Rossi

La rissa è nata all’interno del locale, per futili motivi, e si è poi protratta all’esterno.

Gli agenti della Polizia di Stato, immediatamente intervenuti nella notte, erano in servizio nel centro storico nei pattugliamenti coordinati con le altre forze di polizia di contrasto alla malamovida, ed hanno deferito alla Procura della Repubblica 4 ragazzi. In corso di valutazione la posizione di altri due partecipanti alla lite.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Considerato che da gennaio ad oggi le forze di Polizia sono dovute intervenire presso quel locale almeno altre tre volte, sempre per aggressioni e liti con feriti - sottolineano dalla Questura - si è quindi ritenuto sussistere le condizioni del rischio di nocumento per l’ordine e la sicurezza dei cittadini, allo stato arginabile unicamente con l’impedimento della frequentazione dell’esercizio per un congruo periodo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo sette i nuovi casi, un decesso nel pisano

  • Coronavirus in Toscana: 14 nuovi casi e 6 decessi

  • Coronavirus in Toscana, 18 nuovi casi: un decesso nel pisano

  • Coronavirus in Toscana: 12 nuovi casi e 2 decessi

Torna su
PisaToday è in caricamento