Svilippo urbano e tutela dei centri storici: la Cina 'studia' Pisa

Tre i progetti di ricerca illustrati agli ospiti dell'Estremo Oriente: il recupero dell' Ex stazione del Trammino, l'area sportiva della Fontina e la caserma centrale dei Carabinieri

Sviluppo urbano e tutela dei nuclei antichi. La Cina 'studia' la conservazione dei centri storici in Italia rivolgendosi alla Provincia di Pisa. Nella mattinata di oggi, giovedì 15 novembre, hanno infatti avuto luogo due incontri (il prossimo è previsto per martedì 20 novembre) tra i delegati della Regione cinese di Zhejiang e, il direttore generale della Provincia di Pisa, Giuliano Palagi.

La missione cinese ha infatti appena seguito un corso di 3 giorni all’Università "La Sapienza" di Roma su "La tutela dei centri storici in Italia"; e la visita alla nostra realtà locale s’inquadra in un itinerario di approfondimento (con varie altre 'fermate', come Firenze, Bologna e Verona) volto appunto a concretizzare i contenuti di tale esperienza di formazione.

Agli ospiti dall’estremo oriente, Palagi, (con i tecnici della pianificazione) e il professor Marco Raugi dell’Università di Pisa hanno presentato il progetto di collaborazione, fra la Provincia e il Dipartimento di ingegneria dell’Ateneo, per uno studio di proposte di recupero e restauro territoriale di tre spazi urbani: i percorsi di ricerca riguarderanno la zona "Ex stazione del trammino" (quartiere di Sant’Antonio), l’area sportiva della Fontina e quella della caserma centrale dei Carabinieri (quartiere di San Francesco).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

Torna su
PisaToday è in caricamento