Abusivi, cittadini e commercianti si scagliano contro la Polizia: la condanna del prefetto

L'episodio è avvenuto sabato durante uno dei servizi anti-abusivismo commerciale effettuato dalla Polizia, nel corso del quale sono stati sequestrati oggetti contraffatti. Non tutti però hanno gradito l'operato delle forze dell'ordine

"Oggi pomeriggio (ieri, ndr) la Polizia di Stato ha svolto un'attenta operazione anti abusivismo in Piazza dei Miracoli. È' stata sequestrata numerosa merce contraffatta a dimostrazione che l'attenzione è massima in tutta l'area come chiede la maggior parte dei cittadini pisani che si impegna a rispettare la legalità e le regole della civile convivenza. Purtroppo in tanti hanno insultato gli agenti di Polizia nell'esercizio del loro dovere, prendendo le difese di chi fa di Pisa un territorio dove si pensa di poter fare il proprio comodo. Non lo possiamo accettare!".  Sono le parole del prefetto Attilio Visconti che sul suo profilo Facebook ha condannato fermamente quanto avvenuto ieri durante i controlli della Polizia: cittadini e commercianti hanno espresso infatti dissenso per l'operato delle forze dell'ordine contro il fenomeno dell'abusivismo commerciale e della contraffazione.

"La città è dalla parte delle forze dell'ordine, chiede impegno contro l'abusivismo - anche alla Polizia Municipale, per le sue importanti funzioni - e sostiene l'azione più energica di prevenzione e di contrasto. Avanti così!" ha scritto in un post il sindaco Marco Filippeschi.

>>> IL PREFETTO: "FACCIAMO RISPETTARE LA LEGGE: I CITTADINI CI AIUTINO" <<<

Dalla parte dell'operato della Polizia anche il Silp. "​Quanto avvenuto in Piazza dei Miracoli, benché auspichiamo che possa essere annoverato come episodico, fa riflettere e non deve essere assolutamente sottovalutato - dice il segretario provinciale Claudio Meoli - come sindacato di polizia SILP CGIL, nel condannare fermamente quanto avvenuto, siamo certi che Prefetto e Questore analizzeranno tale anomalo fenomeno di protesta popolare, così nuovo per la realtà pisana, che, se ripetuto, potrebbe andare ad inficiare sia gli aspetti tecnico-operativi collegati al  progetto che mira a contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale, sia il rapporto forze dell’ordine - cittadino che la sicurezza del personale di Polizia deputato a fare rispettare le norme".

"In attesa dell'identificazione di chi si è reso responsabile di tale condotta penalmente rilevante - conclude Meoli - ringraziamo il prefetto di Pisa sia per la forte presa di posizione posta a difesa della legalità che per la solidarietà dimostrata nei confronti del personale di Polizia".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nozze in gran segreto per il cantautore pisano Francesco Motta a l'attrice Carolina Crescentini

  • Batterio 'New Delhi', allarme in Toscana: 31 i casi di infezione a Cisanello

  • Si lancia sulla fidanzata pronta a gettarsi dalla finestra: cadono entrambi nel vuoto

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 14 e 15 settembre

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Annullato lo spettacolo 'Up&Down' di Ruffini in Piazza dei Cavalieri

Torna su
PisaToday è in caricamento